F1 apre ad un videogioco “più simulativo”

Formula 1 Sport

Lo stop dell’attività in pista per tutto il motorsport, legato alla pandemia di Coronavirus che ha travolto il pianeta, ha generato una grande attenzione verso il mondo dei videogiochi che riproducono le gare automobilistiche. Tifosi, addetti ai lavori e gli stessi piloti si sono riscoperti appassionati dei volanti virtuali, dando vita a veri e propri campionati, conditi da divertenti testa a testa e persino da una inattesa dose di polemiche e rivalità. Titoli come ‘iRacing’, ‘rFactor’, ‘F1 2019’ e tanti altri sono diventati comuni anche tra fan del motorsport che in passato non si erano mai dilettati alla consolle.

Norris, lezione di videogame: “Ecco perché iRacing è meglio”

I ‘puristi’ delle gare tuttavia hanno subito iniziato a mettere croce il titolo ufficiale della Formula 1, prodotto dalla casa Codemasters, a causa di realismo inferiore rispetto ad altri titoli concorrenti che sono maggiormente concentrati sulla simulazione di guida dei piloti. Come riportato dal sito inglese RaceFans la Formula 1 starebbe adesso aprendo all’idea di non limitarsi più a produrre un solo gioco con la licenza ufficiale, come accaduto nell’ultimo decennio, ma a cedere la propria licenza ad altre piattaforme. Questo si vede ad esempio nel mondo NASCAR, che ha in ‘NASCAR Heat series’ il proprio titolo ufficiale ‘arcade’ ma la cui licenza è presente anche su ‘iRacing’.

Otto piloti di F1 al via nel Virtual GP di Monaco

“Parliamo di accessibilità e penso che la priorità assoluta per noi sia di usare gli eSports per abbattere i confini e aumentare l’accessibilità – ha spiegato Julian Tan, capo dell’area Esports e digital business della F1 – ma se si volesse avere un passaggio più diretto tra entrambe le realtà [la F1 reale e quella virtuale], penso che avere un tipo di gioco focalizzato sulla simulazione possa aiutare questi obiettivi. Penso che la simulazione diventerà sempre più importante – ha aggiunto – quando pensiamo agli obiettivi strategici a più lungo termine degli eSports di Formula 1 e al modo in cui operiamo all’interno di questo spazio, penso che ci siano molte leve“.

Go to Source