F1 | GP Stiria 2020, Gara: Vince Hamilton, incidente tra le Ferrari

Formula 1 Sport

       
90

[Formula 1] – Buon pomeriggio cari lettori di FormulaPassion.it e bentrovati con l’appuntamento dedicato alla diretta testuale del Gran Premio della Stiria 2020, seconda gara del campionato mondiale di Formula 1.

Sessione in corso
16.45 – Investigazione per Lance Stroll e Daniel Ricciardo per la manovra di sorpasso in Curva 3. Carlos Sainz si è portato a casa il punto del giro veloce.
16.40 – Torna al successo Lewis Hamilton, al successo numero 85 in carriera. Vittoria mai in bilico per il campione della Mercedes. Per il team anglo-tedesco giornata trionfale, completata dalla piazza d’onore di Valtteri Bottas, che ha avuto la meglio su Max Verstappen. Ottima la gara dell’olandese, che ha preceduto di 11″ il compagno di box Alexander Albon nonostante una sosta in più sul finale. Quinta posizione per la McLaren di Lando Norris, che si conferma dopo il podio di sette giorni fa. Raccoglie meno di quanto mostrato in gara la Racing Point, con Perez sesto – dopo aver sfiorato il quarto posto – e Stroll settimo. Concludono la top ten Daniel Ricciardo con la Renault, Carlos Sainz con la McLaren (che era partito terzo) e Daniil Kvyat.Gara da incubo per le Ferrari, che già partivano nelle retrovie, con Charles Leclerc finito addosso a Sebastian Vettel in Curva 3. Entrambe le vetture sono state costrette al ritiro.Nessun team motorizzato Ferrari in zona punti.

16.36 – Bandiera a scacchi – Vince Lewis Hamilton, davanti a Valtteri Bottas e Max Verstappen. Quarto è Alex Albon. Quinto Lando Norris, che nell’ultimo giro ha sopravanzato prima Stroll e poi Perez, all’ultima curva. Disastroso finale per il messicano, che ha chiuso settimo, alle spalle di Stroll. Ottavo Ricciardo, nono Sainz e decimo Kvyat.

16.35 – Giro 71/71 – Si infiamma la lotta per la sesta posizione tra Stroll, Norris e Ricciardo. Perez procede lentamente con l’ala rotta, cercando di resistere con 8″ di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori.
16.34 – Giro 70/71 – Perez ha provato l’attacco, andando a contatto con Alex Albon. Ala anteriore danneggiata per il messicano, che ha tentato di inserirsi all’interno. Il miglior giro in gara è ora di Sainz.

16.33 – Giro 69/71 – Si ferma ai box Max Verstappen, per cercare il giro veloce con gomma rossa Soft.
16.32 – Giro 68/71 – Sergio Perez è sempre quinto, alle spalle di Alexander Albon. Tra i due c’è meno di un secondo, ma il messicano non è mai riuscito ad attaccare il pilota d’origine thailandese. 1’06.719 per Lewis Hamilton, che scende ulteriormente.
16.31 – Giro 67/71 – 1’07.018 per Lewis Hamilton, è suo il giro più veloce in gara. Bottas è nettamente più rapido di Verstappen, che sta tentando di resistere in ogni modo. Questa volta la manovra va a buon fine, e a quattro giri dalla fine ci sono due Mercedes davanti a tutti.
16.30 – Giro 66/71 – Giro più veloce in gara per Lando Norris, in 1’07.286. Bottas tenta l’attacco su Verstappen, con l’olandese che resiste all’esterno in maniera magistrale.
16.28 – Giro 65/71 – Sta decisamente attaccando Valtteri Bottas, ora a 1″2 da Max Verstappen. Il finlandese è sempre più minaccioso alle spalle dell’olandese della Red Bull.
16.27 – Giro 64/71 – Kimi Raikkonen ha superato Antonio Giovinazzi, il finlandese è ora 11° e prova a ricongiungersi a Kvyat, che lo precede di 3″8.
16.25 – Giro 63/71 – Lando Norris ha sopravanzato Carlos Sainz, e ha conquistato così l’ottava posizione.
16.23 – Giro 61/71 – A dieci giri dal termine è questa la classifica:

16.20 – Giro 59/71 – Bottas sta provando pian piano a ricucire il divario da Verstappen per la seconda posizione, ora è a 5″1. Perez è in zona DRS su Albon da alcuni giri: non è ancor arrivato l’attacco. Un piccolo danno all’ala anteriore sulla vettura di Verstappen a causa dei cordoli austriaci.
16.17 – Giro 55/71 – Continua a macinare giri veloci Sergio Perez, 1’07.410, ora ad un solo secondo dal quarto posto di Alexander Albon.
16.16 – Giro 54/71 – Incoraggiante gara per le due Alfa Romeo: Giovinazzi è undicesimo a 2″4 dal decimo posto di Daniil Kvyat. Kimi Raikkonen è a mezzo secondo dal compagno di box.

16.14 – Giro 53/71 – Ancora un giro record, 1’07.513, Perez è ora a 2″9 da Albon. Bottas viene avvisato ai box di un danno a un deflettore.
16.13 – Giro 52/71 – Davvero impressionante Perez, che fa segnare il giro più veloce in gara in 1’07.578.
16.12 – Giro 51/71 – Perez si lancia all’inseguimento di Alex Albon, ora a 4″5. Questa la classifica a 20 giri dal termine:

16.10 – Giro 49/71 – Sergio Perez sopravanza Daniel Ricciardo, guadagnando così la quinta posizione con una mossa secca, che non ha lasciato spazio di repliche all’australiano.

16.09 – Giro 48/71 – Riflettori ancora su Sergio Perez, autore di un’ottima rimonta, che ormai si è messo in scia a Daniel Ricciardo, che occupa la quinta piazza.Hamilton sempre leader con 4″7 su Verstappen. Bottas è a 8″5 dall’olandese.
16.07 – Giro 46/71 – Battaglia in pista per la sesta posizione tra Sergio Perez e Lance Stroll. Il messicano riesce ad aver la meglio sul compagno di squadra, nonostante la resistenza del canadese.
16.05 – Giro 44/71 – A differenza di una settimana fa, i team non stanno utilizzando la gomma bianca Hard. Hamilton guida con 5″2 su Verstappen, 11″6 su Bottas. Si accende la lotta per il quarto posto: Albon è a 42″3 dal leader e precede di 4″ Daniel Ricciardo, di 6″ Lance Stroll, di 7″ Sergio Perez. In difficoltà le McLaren, con Sainz retrocesso in ottava posizione e Norris decimo. Tra loro c’è Kimi Raikkonen, unico in pista che ancora non ha effettuato il cambio gomme.
16.02 – Le parole di Charles Leclerc, che si è preso l’intera responsabilità dell’incidente con Sebastian Vettel:

Leclerc: “È tutta colpa mia”

15.59 – Giro 40/71 – Perez rientra in pista ottavo, appena davanti a Sainz. Lo spagnolo però attacca il messicano e si riprende la posizione. Risposta all’esterno di Perez, che conquista così l’ottava posizione con una manovra davvero notevole. Il pilota della Racing Point era partito 17°, quello della McLaren 3°.Giro più veloce in gara per Valtteri Bottas.
15.58 – Giro 38/71 – Hamilton ha un vantaggio di 4″8 su Verstappen, 12″9 su Bottas, a 35″2 Perez (che ancora deve fermarsi).
15.57 – Sebastian Vettel ha dato la propria visione dell’incidente di Curva 3:

Incolpevole

15.56 – Giro 36/71 – Classifica quando è stata appena superata la prima metà della gara.

15.54 – Giro 35/71 – Si ferma ai box Valtteri Bottas, che monta una gialla Media. Il finlandese è ora a 13″ da Hamilton e a 8″ da Verstappen, terzo.
15.52 – Giro 33/71 – Si ferma Carlos Sainz, ma il pit stop dello spagnolo è stato lento, a causa di un problema alla posteriore sinistra. Il ritiro di Esteban Ocon è stato causato da problemi di raffreddamento, come accaduto a Ricciardo sette giorni fa.
15.50 – Giro 31/71 – Non si ferma Valtteri Bottas, che sta mettendo in pista una tattica diversa da quella di Hamilton e Verstappen, forte dei 24″ di vantaggio sul quarto, Albon.
15.48 – Giro 30/71 – 1’07.873 per Lewis Hamilton, nuovo giro più veloce in gara. Bottas prosegue in testa, con 10″5 di vantaggio sul compagno di squadra e 15″6 su Verstappen.
15.45 – Giro 27/71 – Ai box Lewis Hamilton, gomme gialle Medie per il campione del mondo in carica. L’inglese torna comodamente in pista davanti a Max Verstappen, tra i due 4″8.
15.44 – Giro 26/71 – Procedono le due Mercedes di Hamilton e Bottas, si ferma ai box per ritirarsi invece Esteban Ocon. Pit stop per Pierre Gasly. Hamilton ha 8″4 di vantaggio su Bottas, 25″3 su Verstappen.
15.43 – L’analisi del contatto tra le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc:

F1 | Scontro Vettel-Leclerc, l’analisi del contatto

15.42 – Giro 25/71 – Sosta ai box per Max Verstappen, che monta un set di gomme gialle Medie.
15.40 – Giro 23/71 – Sono due i secondi che separano Max Verstappen e Valtteri Bottas. Per dare un’idea della gara dell’olandese della Red Bull basta evidenziare i 22″ che lo separano da Alexander Albon, quarto con pista libera. Una media di quasi un secondo al giro meglio del compagno di squadra.
15.37 – Giro 20/71 – Altro giro veloce per Hamilton, che aumenta il suo vantaggio a 4″8 su Verstappen.

15.36 – Giro 19/71 – Giro più veloce per Lewis Hamilton. Daniel Ricciardo ha sopravanzato Esteban Ocon.

15.34 – Giro 18/71 – Daniel Ricciardo sta provando ad attaccare il compagno di squadra Esteban Ocon per la sesta posizione. Charles Leclerc si sarebbe scusato con Sebastian Vettel.
15.32 – Giro 16/71 – Hamilton saldamente al comando con 3″3 su Verstappen. Al ‘ring’ dove i giornalisti li attendono, Charles Leclerc e Sebastian Vettel si stanno parlando, spiegandosi la dinamica dell’incidente.
15.31 – Giro 14/71 – Sergio Perez attacca Lando Norris e guadagna la decima posizione. Il messicano era scattato dalla 17esima casella della griglia e sta mettendo in pista una bella rimonta.

15.30 – Giro 13/71 – Miglior giro in 1’08.532 per Valtteri Bottas, che resta staccato di 3″6 dal secondo posto di Verstappen.
15.27 – Giro 11/71 – Dopo la top 4 (Hamilton, Verstappen, Bottas e Albon), dal quinto posto all’undicesimo c’è una battaglia ravvicinata, con i piloti a meno di un secondo tra loro.
15.24 – Giro 9/71 – Giro veloce per Lewis Hamilton, che ha 2″5 di vantaggio su Verstappen. Ottima rimonta di Sergio Perez, che è già undicesimo e si è messo a caccia di Norris, decimo. Tredicesimo Antonio Giovinazzi, diciassettesimo Kimi Raikkonen.
15.21 – Giro 6/71 – Valtteri Bottas ha sopravanzato Carlos Sainz ed è ora terzo. Hamilton guida con 1″5 su Verstappen. Nessun provvedimento per Leclerc, tra i due ferraristi per i Commissari è stato un incidente di gara.

15.19 – Giro 5/71 – Investigazione per Charles Leclerc, molto lento per i danni alla monoposto. Si ritira il pilota Ferrari. Va largo George Russell, che si accoda in ultima posizione al rientro in pista. Dopo cinque giri già finita la corsa delle due rosse di Maranello.
15.18 – Giro 4/71 – Riparte la gara. Sfila il gruppo, con Hamilton che precede Verstappen, Sainz, Bottas, Albon, Ocon, Ricciardo, Gasly, Norris e Stroll.
15.15 – Giro 3/71 – Safety Car – Dai replay si evince la brutta partenza di Vettel, che si è trovato attaccato all’interno di Curva 3 da Leclerc. Il monegasco ha preso il cordolo all’interno, toccando con la posteriore sinistra l’ala posteriore di Vettel. Non sembra avere responsabilità il pilota tedesco.

#F1 #AustrianGP pic.twitter.com/cls6BL5d3e
— Mattzel89 (@Mattzel89) July 12, 2020

15.14 – Giro 2/71 – Safety Car – Divelto l’alettone posteriore di Sebastian Vettel. Entrambe le rosse ai box, riparte Leclerc (gomma Hard bianca), ritiro per Vettel.
15.12 – Giro 1/71 – Si spengono i semafori, via alla gara. Parte bene Hamilton, che mantiene la testa. Ruota a ruota tra Sainz e Verstappen, ha la meglio l’olandese della Red Bull. Si toccano le due Ferrari a centro gruppo.
15.10 – Via al giro di ricognizione – I primi sette piloti con gomma rossa Soft. Gomma gialla Media per Ricciardo e Vettel. Dalle retrovie (14°) con la Soft Leclerc.
15.05 – Cinque minuti al via del gran premio, i 20 alfieri si calano nei rispettivi abitacoli. Questa la top 5 del campionato piloti dopo la scorsa gara.

1
Valtteri Bottas
25
2
Charles Leclerc
18
3
Lando Norris
16
4
Lewis Hamilton
12
5
Carlos Sainz
10

14.55 – Momento dell’inno della Stiria, piloti sulla linea di partenza con la maglietta “end racism”.Alcuni di loro si sono inginocchiati.

14.50 – La Mercedes ha qualche preoccupazione per le vibrazioni avvertite sette giorni fa, e ha confermato che – se possibile – cercherà di stare lontana dai cordoli. Sebastian Vettel ha confidato a RTL che sulla sua SF1000 sono stati montati quattro aggiornamenti: alettone anteriore, fondo, area dei bargeboard e del retrotreno.
14.40 – Le vetture si stanno schierando sula griglia di partenza. Qualche nuvola sta velando il cielo di Spielberg.
14.30 – Queste le strategie previste dalla Pirelli per i 71 giri della corsa, che prenderà il via alle ore 15.10:

14.15 – Nelle qualifiche bagnate del sabato della Stiria a prendersi la pole position è stato uno stellare Lewis Hamilton, davanti a Max Verstappen. Seconda fila per l’ottimo Carlos Sainz – alla migliore qualifica in carriera – e per il leader del campionato Valtteri Bottas. Quattro i piloti penalizzati: Norris (+3), Leclerc (+3), Giovinazzi (+5) e Grosjean (che partirà dai box). Questa la griglia di partenza del GP della Stiria:

1ª Fila
1. Lewis Hamilton Mercedes

 

2. Max Verstappen Red Bull
2ª Fila
3. Carlos Sainz McLaren

 

4. Valtteri Bottas Mercedes
3ª Fila
5. Esteban Ocon Renault

6. Alexander Albon Red Bull
4ª Fila
7. Pierre Gasly Alpha Tauri

 

8. Daniel Ricciardo Renault
5ª Fila
9. Lando NorrisMcLaren

 

10.  Sebastian Vettel Ferrari
6ª Fila
11. George Russell Williams

 

12.Lance Stroll Racing Point
7ª Fila
13. Daniil Kvyat Alpha Tauri

 

14. Charles Leclerc Ferrari
8ª Fila
15. Kevin Magnussen Haas

 

16. Kimi RaikkonenAlfa Romeo
9ª Fila
17. Sergio Perez Racing Point

 

18. Nicholas Latifi Williams
10ª Fila
19. Antonio GiovinazziAlfa Romeo

 

20. Romain GrosjeanHaas

14.00 – Il tracciato del Red Bull Ring è lungo 4318 km ed impegnerà i piloti per 71 giri, per una distanza prevista di 306,578 km. La pista, precedentemente nota come Osterreichring e A1Ring, mantiene lo stesso disegno dal 1996 e ha disputato 26 edizioni del Gran Premio d’Austria. Per la prima volta avrà la denominazione di Gran Premio della Stiria (essendo la seconda corsa consecutiva sullo stesso tracciato), dal nome della regione che ospita l’autodromo situato a Spielberg bei Knittelfeld. La pista è di proprietà della Red Bull dal 2004. Tra i piloti in attività due successi per Max Verstappen (2018, 2019) e Valtteri Bottas (2017, 2020) e uno per Lewis Hamilton (2016). Il primatista di vittorie in Austria è Alain Prost (1983, 1985 e 1986).



Go to Source

Commenti l'articolo