Fiorentina vince 1-2 alla Spezia Cremonese blocca l’Udinese sullo 0-0

Pubblicità
Pubblicità

Fiorentina corsara alla Spezia, dove vince 2-1 con un gol di Cabral sl 90′. Toscani in vantaggio con Milenkovic al 14′, Di Nzola il momentaneo pareggio dei liguri che recriminano per il risultato.
La Cremonese il casa riesce a bloccare l’Udinese sullo 0-0 e conquista un punto importante per smuovere la classifica.
Nella partita delle 12 vittoria in trasferat dell’Atalanta per 2-0 sull’Empoli.

L’Atalanta da trasferta si conferma ad Empoli Tutto facile per l’Atalanta che batte l’Empoli al ‘Castellani’ 2-0 grazie a due gol, uno per tempo. E sbaglia anche un rigore. I bergamaschi, dopo la sconfitta in casa con la Lazio, tornano subito al successo con una prestazione convincente. Secondo stop consecutivo per i toscani: dopo il 4-0 subito dalla Juve, un’altra gara senza segnare e con poco mordente. Il 2-0 atalantino è firmato da Hateboer e Lookman. Secondo posto momentaneo a 27 punti in attesa di Milan e Lazio e -5 dal Napoli, atteso sabato prossimo proprio a Bergamo. L’Atalanta ha così colto con merito l’ottava vittoria stagionale (la quinta su sei trasferte) con 18 gol complessivi segnati e solo 8 subiti. Nell’Empoli desta qualche preoccupazione un attacco che non punge e un Bajrami ancora non all’altezza della sua fama. Fin dalle prime battute i nerazzurri hanno mostrato grande personalità, nonostante l’Empoli presentasse una grosso novità tattica: un inedito 4-2-3-1 con in campo i due trequartisti Bajrami e Pjaca, oltre ai due terzini Ebuhei e Cacace. L’assenza dell’olandese De Roon non ha pesato per Gasperini.
A centrocampo Pasalic ed Ederson hanno fatto da diga, recuperando palloni e mettendo spesso gli attaccanti davanti a Vicario. Dopo una doppia occasione al quarto d’ora per Hojlund, l’ha sbloccata Hateboer al 32′: Koopmeiners scarica per Lookman che calcia dall’interno dell’area, la difesa empolese devia, ma il pallone carambola sul secondo palo nella zona di Hateboer, che mette dentro da due passi. Col punteggio in bilico la reazione dei padroni di casa è stata tiepida. Destro ha provato ad impensierire Musso dalla distanza con una conclusione imprecisa, Pjaca non è riuscito a sfruttare una serie di rimpalli in area atalantina. Nella ripresa, al 14′, Lookman ha chiuso l’incontro con un’azione personale che ha tagliato l’area. Conclusione rasoterra e Vicario spiazzato. Al 42′ del primo la squadra di Gasperini aveva avuto già la palla dello 0-2: Ayroldi aveva assegnato un calcio di rigore per un fallo di mano di Destro su cross in area, ma Koopmeiners si era fatto ipnotizzare da Vicario bravissimo a parere col piede sinistro un penalty centrale e a mezza altezza. La seconda rete ha sancito definitivamente a chi sarebbero andati i tre punti: negli ultimi 20 minuti a turno Zapata, Lookman e Hojlund non sono riusciti a siglare la terza rete. Nel finale un gol annullato per parte, prima a Zapata e poi a Ebuehi, entrambi viziati dar fuorigioco.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source