Genoa: addio Ballardini, Shevchenko per nuova era

Pubblicità
Pubblicità

Manca solo l’annuncio ufficiale ma sarà Andriy Shevchenko il nuovo tecnico del Genoa. L’ex pallone d’oro arriverà a Genova con ogni probabilità nella giornata di lunedì e firmerà un contratto triennale. Per “Sheva” sarà la prima avventura su una panchina di club dopo aver guidato per quattro anni l’Ucraina che a luglio scorso ha raggiunto, per la prima volta nella sua storia, i quarti di finale di Euro 2020 venendo eliminata dall’Inghilterra. Un profilo internazionale e dall’impatto mediatico enorme quello scelto dalla nuova proprietà del Genoa, la società 777 Partners, che il 15 novembre prossimo concluderà le ultime pratiche per il closing acquisendo così in via definitiva il club più antico d’Italia da Enrico Preziosi che lo guidava dal 2003. Un nome a sorpresa dopo che nelle ultime settimane sembrava essere Andrea Pirlo il candidato numero uno per la panchina rossoblù, ma di certo un chiaro segnale sugli obiettivi futuri e sull’intenzione di costruire un Genoa con ben altre ambizioni che la salvezza.
Quarto esonero in Serie A – Davide Ballardini saluta il Genoa. Il pareggio contro l’Empoli di ieri sera è stato fatale al tecnico che oggi è stato ufficialmente esonerato ma soprattutto il tecnico paga i 9 punti conquistati in appena 12 gare con una sola vittoria, a Cagliari, e ben 6 pareggi. “Il Genoa CFC ha sollevato dall’incarico l’allenatore Davide Ballardini. Il Club ringrazia il tecnico e il suo staff per il lavoro svolto, l’impegno e la passione sempre dimostrati” si legge nella nota dal club rossoblù. Quella di Ballardini è la quarta panchina a saltare in serie A dopo 12 giornate. Meno di un mese fa era toccato a Fabrizio Castori, sollevato dalla guida della Salernitana, affidata poi a Stefano Colantuono. Il 14 settembre, erano stati licenziati Eusebio Di Francesco dall’Hellas e Leonardo Semplici dal club sardo. Dopo tre turni di campionato, il primo non aveva incamerato nemmeno un punto, il secondo solo uno. A Verona, con un contratto fino a fine stagione, e’ stato chiamato il croato Igor Tudor, reduce dall’esperienza come vice di Andrea Pirlo alla Juventus, che ha subito mosso la classifica con la vittoria all’esordio sulla Roma. A Cagliari e’ sbarcato Walter Mazzarri, che ha firmato un contratto con il club sino al 2024 e a sua volta ha incamerato il primo punto con una romana, pareggiando all’Olimpico con la Lazio.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source