Giorgio Armani: “Leclerc ha maturità e personalità”

Formula 1 Sport

[Rassegna stampa] – Giorgio Armani ha scelto il pilota della Ferrari Charles Leclerc come testimonial sportivo di una delle sue ultime campagne di moda. Il monegasco ha prestato il suo volto e il suo fisico in un servizio fotografico d’alta classe. Ecco il motivo per cui uno dei Re delle sfilate ha scelto il pilota su cui la Scuderia di Maranello ha puntato (quasi) tutto.

“Una delle ragioni che hanno spinto la Ferrari a divorziare da Sebastian Vettel è che gli sponsor vogliono come testimonial quasi esclusivamente Charles Leclerc. Giorgio Armani non ha fatto eccezione: così il pilota monegasco ad appena 22 anni si è aggiunto a un nutrito gruppo di volti del mondo dello sport che negli anni si sono succeduti alla sua corte. Parliamo di Cristiano Ronaldo, David Beckham, Luis Figo, Fabio Cannavaro, Andriy Shevchenko, Rafa Nadal, Federica Pellegrini. E con il marchio EA7 Paola Egonu, Fabio Fognini, Flavia Pennetta e Alex Zanardi. Proprietario dell’Olimpia Milano di basket dal 2008, l’85enne stilista piacentino dallo scorso novembre ha siglato un accordo di collaborazione a lungo termine con la Ferrari per produrre una selezione di capi e accessori. Un accordo che ha previsto l’apertura di un ufficio della casa di Maranello a Milano per seguire il progetto da vicino. Leclerc è entrato nella sua scuderia come protagonista della campagna Giorgio Armani Made To Measure per la primavera/estate 2020. Set scelto dal fotografo John Balsom: Saint Tropez, in Costa Azzurra. Ecco le ragioni di questa scelta, secondo Armani: «Un insieme di motivi: presenza, spirito, personalità. Charles è un pilota molto promettente. Anche molto giovane, ma esprime nella sua freschezza una notevole maturità. Esercita il suo innato talento con una volontà e una determinazione così grandi da riuscire a raggiungere un meritato successo. Ha un volto gentile e una fisicità scattante, quindi mi è sembrato perfetto per esprimere la mia visione dell’abito su misura. Ho avuto il piacere di averlo come ospite durante una delle mie sfilate e ha confermato tutte le mie impressioni. I suoi modi eleganti e sicuri mi sono sembrati una nuova e interessante visione di essere un uomo: consapevole, ma non esasperata». Nel passato i contatti di Armani con il campionato sono stati di grande qualità. «Avevo avuto l’occasione di incontrare Ayrton Senna a una mia sfilata in via Borgonuovo. Mentre per quanto riguarda la Ferrari per me è una vera eccellenza italiana. Un’azienda e una scuderia guidate dai medesimi principi del mio marchio. Indubbiamente è motivo di orgoglio nazionale».”Andrea Cremonesi, La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 2020

Go to Source