Gotti, ci fanno apparire come uno zoo variopinto

Calcio Sport

(ANSA) – ROMA, 29 APR – “Io prima ancora della possibilità di riprendere il campionato avrei ragionato sul fatto se sia giusto o meno riprendere, che è una cosa un po’ diversa. Non voglio entrare con un tono polemico su questa cosa, però dico che da allenatore mi piacerebbe provare a fare questa esperienza: è una cosa mai provata prima, non ci sono i dati su come sarà riprendere dopo due mesi di divano, non due mesi di sosta, ma due mesi di confino a casa, e poi con le cinque sostituzioni.    Sì, dal punto di vista professionale mi piacerebbe provare questa cosa, però questo non ha niente a che vedere sul fatto se sia giusto o meno riprendere il campionato”.    Dai microfoni di Radio Sportiva., l’allenatore dell’Udinese Luca Gotti parla della ripresa del calcio e delle polemiche che stanno provocando.    “C’è differenza tra ripresa degli allenamenti che è quasi una necessità per gli atleti di alto livello – dice ancora Gotti -, ma non è per nulla scontato che si possano fare le partite del campionato di serie A. Mi dispiace che il focus dei media sia stato solo sulla Serie A, ma questo è solo l’1% del movimento.    Va ripensato il calcio in generale, quindi fare qualcosa anche per i settori giovanili per i dilettanti, per il grande numero dei praticanti del nostro sport bellissimo”. Gotti fa anche notare che “il sentimento anti calcistico l’ho visto più alimentato dalle polemiche che si sono create dalle singole componenti all’interno del mondo del calcio che ci fanno apparire come una sorta di zoo variopinto dove le opinioni sono contrastanti e spesso vanno a perseguire i singoli interessi di bottega”. (ANSA).   

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi