GP Aragon 2020: il freddo rivoluziona gli orari

Formula 1 Sport

L’autunno 2020 della MotoGP, della Moto2 e della Moto3 potrà anche essere un autunno ‘caldo’ per quanto concerne le bellissime lotte iridate in tutte e tre le classi, ma se la pagina del calendario recita ’16-17-18 ottobre’ è difficile sperare in temperature miti se si corre in Europa, anche se si fa tappa in Spagna. Ad Aragon, infatti, da giorni il paddock del Motomondiale fa i conti con il freddo e con un vento a dir poco pungente. Oggi le PL1 della MotoGP sono state posticipate di mezz’ora per aspettare che la temperatura dell’asfalto guadagnasse circa 5°C rispetto ai nove delle 10 del mattino.

Nonostante l’attesa non sono mancate le cadute dovute alle gomme fredde, con Johann Zarco, Alex Marquez e Franco Morbidelli che si sono ritrovati a terra non appena hanno preso i freni in mani come già accaduto a Barcellona e a Le Mans. Il calendario rivoluzionato dal Coronavirus ha ovvi difetti difficilmente eludibili o aggirabili e la sensazione è che anche le due gare di Valencia potrebbero essere soggette a temperature da pattinaggio sul ghiaccio più che da gara di MotoGP. In vista di domani e domenica è stata presa la decisione di spostare in avanti tutto il programma di un’ora. La classe regina scenderà in pista per le PL3 alle 10:55, con le qualifiche ora in programma alle 15:10. Domenica le gare si svolgeranno alle 12 (Moto3) alle 13:20 (Moto2) e alle 15:00 (MotoGP). Una saggia decisione sperando di poter correre con temperature non troppo pericolose a livello di sicurezza.



Go to Source

Commenti l'articolo