GP Spagna 2020: passo gara, strategie gomme, meteo e TV

Formula 1 Sport

Griglia di partenza (Top-10) e pneumatici montati al via

1ª Fila
1. Lewis Hamilton SoftMercedes

 

2. Valtteri Bottas SoftMercedes
2ª Fila
3. Max Verstappen SoftRed Bull

 

4. Sergio Perez SoftRacing Point
3ª Fila
5. Lance Stroll SoftRacing Point

6. Alexander Albon SoftRed Bull
4ª Fila
7. Carlos Sainz SoftMcLaren

 

8. Lando Norris SoftMcLaren
5ª Fila
9. Charles Leclerc SoftFerrari

 

10. Pierre Gasly SoftAlphaTauri

Differenza tra le mescole e stint più lunghi (dati Pirelli)

Strategie migliori sui 66 giri del GP Spagna (dati Pirelli)
Una gara a una sosta dovrebbe essere improbabile per via dell’usura, qualunque sia la combinazione di pneumatici utilizzata, quindi la strategia migliore per i 66 giri del Gran Premio è sicuramente a due soste. L’opzione più veloce sulla carta è quella che vede due stint di 19 giri sulla mescola soft più uno di 28 su medium, probabilmente usando la medium per il secondo stint (quindi soft-medium-soft).
La seconda opzione più veloce potrebbe essere a tre soste: tre stint di 15 giri ciascuno su soft più 21 giri su medium – ancora una volta probabilmente utilizzando la medium per il secondo stint (soft-medium-soft-soft). Ma è sempre rischioso effettuare diversi pit-stop, quindi alcuni team preferiranno evitarlo.
Infine, la terza strategia più veloce al momento è ancora una volta a due soste, e potrebbe essere scelta se le temperature fossero particolarmente elevate o il degrado della soft fosse maggiore del previsto. Prevede di partire su soft per 16 giri e poi fare due stint da 25 giri sulla medium (soft-medium-medium).
Tutte queste strategie sono ovviamente solo teoriche, poiché dipendono naturalmente dalle circostanze di gara e dalle caratteristiche di ciascuna monoposto, oltre che dai set di pneumatici che ogni pilota avrà ancora a disposizione.
Gomme a disposizione per la gara (dati Pirelli)

Mario Isola: “Tutti i piloti si sono concentrati sulla soft in qualifica, il che ha rappresentato quasi una sorpresa, spiegabile forse per via del gap prestazionale rispetto alla medium e dal passo di gara dei primi. Ciò significa che quasi sicuramente dobbiamo aspettarci due soste durante la gara, ed è improbabile l’utilizzo della hard, visto anche il gap importante con la medium. La chiave di volta per la gara di domani in queste condizioni molto calde sarà gestire l’usura e il degrado della soft. Ci sono buone possibilità per coloro che partono nelle retrovie per provare qualcosa di diverso, quindi speriamo di vedere domani un’altra gara interessante con strategie diverse”.
Long run dei piloti nelle PL2 (incognite benzina e mappatura di potenza – credits @tonisokolov1011)

Meteo previsto per la gara (15.10 orario italiano)Ore 15: Prevalentemente soleggiato, 28°C, vento 14 km/h O, probabilità pioggia 12%Ore 16: Prevalentemente soleggiato, 27°C, vento 19 km/h O, probabilità pioggia 11%.
Programmazione televisiva in ItaliaDiretta Sky Sport F1: 13.30 Paddock Live, 15.05 GP Spagna, 17.05 Paddock LiveDifferita TV8: 16.30 Paddock Live, 18.05 GP Spagna, 20.05 Paddock Live



Go to Source

Commenti l'articolo