++ Gravina, Lega A? aperto ai club ma resta idea commissario ++

Pubblicità
Pubblicità

“Mi auguro che ci sia questa famosa fumata bianca per il nuovo presidente di Lega Serie A, sarebbe gia’ un grandissimo passo avanti”: lo ha detto a Radio Anch’io Sport il presidente Figc, Gabriele Gravina, alla vigilia dell’assemblea dei club chiamati ad esprimersi sul successore del dimissionario Dal Pino e sulla riforma dello Statuto, oggetto della lite con la Figc. “Le probabilita’ di un commissario? Intanto – ha aggiunto – mi auguro un atteggiamento più rispettoso della Figc. Aspetto l’atteggiamento, poi decideremo.Massima disponibilità verso i club, l’idea potrebbe essere un commissario sottoposto a condizioni sospensive”. “Da parte mia c’è massima disponibilità ad andare incontro alle esigenze dei club, non alle loro richieste”, ha aggiunto Gravina. “Non è accettabile – la conclusione – che si rivendichi un ruolo urlando, non permetto a nessuno di offendere la dignità della nostra federazione”.La Figc ha stabilito con una sua delibera la riforma dello Statuto con la modifica delle norme per la governance, e il passaggio da maggioranze qualificate a maggioranze semplici per la governance, dando tempo fino al 31 gennaio per l’adeguamento; il termine e’ poi slittato di quindici giorni. Da parte loro, i 20 club di serie A hanno contestato questo ‘obbligo’ in nome dell’autonomia della Lega, e hanno scritto al sottosegretario allo Sport, Valentina Vezzali, e al presidente del Coni, Giovanni Malago’, per sollecitare un intervento. Malago’ ha risposto rimandando alla centralita’ della Figc, Vezzali ha invitato le parti al dialogo e ad evitare “atti dirompenti”.   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source