Haas, nuovo passo indietro

Formula 1 Sport

Aveva sorpreso tutti gli addetti ai lavori la prestazione di Romain Grosjean al venerdì: sesto nelle PL1, quinto nelle PL2, mostrando un buon ritmo. Il francese ha però dovuto sostituire diverse componenti sulla sua VF-20 e i meccanici della Haas hanno dovuto violare il coprifuoco nella notte per intervenire sulla vettura. Grosjean non ha più ritrovato il feeling con la vettura ed è stato tagliato già in Q1, dove ha ottenuto il 17esimo tempo. Una posizione dietro al compagno di squadra Kevin Magnussen, coinvolto nelle PL3 nell’incidente che he mandato a muro Esteban Ocon e la sua Renault. Queste le parole dei due alfieri Haas dopo le qualifiche del Gran Premio di Spagna sul circuito di Barcellona.

GP Spagna 2020 – La griglia di partenza

Kevin Magnussen (16°, 1:17.908): “Il ritmo c’era, ma le circostanze non sono andate a nostro favore. Il passo di gara non sembra male. Peccato che non siamo riusciti a confermarlo in qualifica. Al primo giro c’era traffico alla curva 2 e poi al secondo giro c’era molto traffico verso il settore finale, quindi ho dovuto alzare il piede e le gomme si sono raffreddate. In generale, non credo di aver avuto un fine settimana difficile, però è vero nel giro secco non sono andato bene. Ho continuato a sbagliare in qualifica“.
Romain Grosjean (17°, 1:18.089): “Ieri il ritmo c’era tutto. Però abbiamo dovuto cambiare molto sulla macchina, tra cui motore e cambio. E così la vettura non era più la stessa. Sono veramente dispiaciuto per i meccanici che hanno dovuto lavorare fino alle 4 del mattino. Avrei voluto ripagarli con una prestazione migliore“.



Go to Source

Commenti l'articolo