Hakkinen: “In Ferrari Sainz sarà il più esperto”

Formula 1 Sport

Il trasferimento di Carlos Sainz in Ferrari al posto del quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel ha sicuramente colpito molti addetti ai lavori nel Circus. Si tratta, come ha evidenziato lo stesso team principal Binotto, di un evidente cambio di strategia. La scuderia di Maranello si affiderà ad una coppia di piloti molto giovani e senza alcun campione del mondo al volante. Tra i tanti estimatori del talento spagnolo c’è anche un altro ex McLaren, il due volte iridato Mika Hakkinen. Il finlandese dalle colonne del sito Unibet ha espresso tutto il suo apprezzamento per il figlio d’arte.

Sainz: “Realizzato un sogno”

“Lui è un ragazzo super ed un pilota veloce – ha messo in evidenza il grande rivale della rossa ai tempi del suo dualismo con Michael Schumacher – non ho dubbi che Sainz Jr. sarà un compagno di squadra forte e stimolante per Leclerc. Sebbene noi tendiamo a pensare a lui come ad uno dei ‘nuovi’, in realtà gareggia in Formula 1 già da cinque anni. Di fatto sarà lui il pilota Ferrari con maggiore esperienza e sono sicuro che questa è una delle ragioni per cui hanno deciso di metterlo sotto contratto”. Hakkinen poi non ha mancato di dire la sua anche su quello che sarà il nuovo pilota di Woking: Daniel Ricciardo.

Ufficiale: pluriennale per Daniel Ricciardo in McLaren

“Daniel ha un talento eccezionale, specialmente quando arriva il momento di superare – ha sottolineato l’ex ‘finlandese volante’ – e ha un atteggiamento molto positivo che rispecchia quello della McLaren. Ho l’idea che questo accordo funzionerà bene”. Da non sottovalutare poi il ritorno del team ai motori Mercedes, in un abbinamento le cui potenzialità Hakkinen conosce molto bene: “Nel 2021 useranno i motori Mercedes con il chiaro obiettivo di tornare a competere per podi e vittorie“. Per il 51enne di Vantaa dunque, la vera sconfitta di questo domino è la Renault: “Il fatto che Ricciardo lasci la Renault è forte la notizia più sorprendente, visto che si era unito alla squadra solo nel 2019. Lui si è reso conto che, nonostante i motori, la McLaren ha una vettura più veloce” ha concluso.

Go to Source