Hamilton: “Bottas è più vicino di quanto vorrei”

Formula 1 Sport

Lewis Hamilton ha imposto la legge del più forte in qualifica anche in Spagna, nel caldo torrido del Ferragosto catalano. Sul circuito di Barcellona il campione del mondo della Mercedes è riuscito a precedere di appena 59 millesimi il compagno di squadra Valtteri Bottas, per l’ennesima prima fila tutta nera. In ottica gara però non è affatto da sottovalutare la minaccia che potrà essere portata dalle due Red Bull ed in particolare da quella di Max Verstappen, terzo in qualifica e desideroso di bissare la rimonta messa in atto a Silverstone.

“Oggi non è stata affatto facile – ha commentato Hamilton ai microfoni del canale ufficiale della F1, rendendo grande merito al suo compagno di box – mi sentivo molto forte quando siamo arrivati qui. Ero molto felice in merito agli sviluppi fatti. Valtteri sul giro secco di qualifica è veramente forte. Ha lavorato davvero duramente con il simulatore, ha studiato molto durante questi anni e diventa sempre più forte. Questo rende sempre più difficile per me riuscire ad alzare l’asticella. Diventa davvero una sfida ardua quando qualcuno è così concentrato su qualcosa. Lui sta facendo veramente un gran lavoro. Devo essere onesto, oggi è un po’ più vicino di quanto avrei gradito. Mi piace avere un decimo e mezzo o due di margine su chiunque mi segua, ma oggi non è stato possibile” ha scherzato il britannico.

Verstappen: “Fatto il massimo, non mi arrendo”

Il sei volte iridato si è poi concentrato sulle prospettive per domani, dove la vera minaccia può arrivare dal team di Milton Keynes: “In gara le Red Bull credo siano più veloci. Noi siamo meglio in qualifica, loro con queste temperature sono meglio in gara, come abbiamo visto nell’ultimo GP. Domani avremo una gara equilibrata. Ci siamo messi in una buona posizione, ma sarà lunga fino a curva 1. E le gomme possono degradare, non sappiamo quando può arrivare il blistering”.



Go to Source

Commenti l'articolo