Hamilton sceglie i 10 momenti del 2020: dalla lotta al razzismo al settimo titolo

Sport
Pubblicità
Pubblicità

Il pilota della Mercedes traccia un bilancio dell’anno che va concludendosi. Spicca la stagione dei record in F1, ma anche l’impegno sociale con Black Lives Matter e il rapporto ritrovato con il padre Anthony

“Se doveste indicare dieci momenti speciali in questo 2020, quali scegliereste?”. La domanda diretta e non scontata viene da Lewis Hamilton. Attraverso il proprio account Instagram, il fuoriclasse della Mercedes ha voluto coinvolgere i tifosi a modo suo con una richiesta particolare: provare a trovare un lato positivo in mezzo a un anno così complicato sotto tanti punti di vista. Un compito non semplice, specialmente in questo periodo.

ICONA
—  
Del resto la capacità di trovare qualcosa per cui sorridere anche nelle avversità è uno dei requisiti del campione. Hamilton ha scelto dieci foto che lo ritraggono in momenti per lui speciali nel 2020. Campeggia la lotta contro il razzismo e la sua adesione al movimento Black Lives Matter a giugno, dopo l’uccisione di George Floyd negli Stati Uniti da parte di un agente della polizia.

Impegno
—  
Un modo per ricordare quanto questo impegno non sia mai venuto meno per Lewis. Poi c’è spazio ovviamente alla F1 con il confronto con il totem Michael Schumacher . L’anno che va concludendosi è quello del sorpasso al tedesco nel numero di vittorie, stabilendo un nuovo record a quota 95, e dell’aggancio nel numero di titoli iridati, con sette centri.

DIETRO LE QUINTE
—  
Poi c’è l’Hamilton meno noto. La raccolta di foto dell’inglese riprende istanti di riflessione in mare sulla tavola da surf o intento a godersi qualche attimo di libertà insieme all’inseparabile bulldog Roscoe. Senza dimenticare l’aiuto all’Australia e ai suoi canguri, colpiti duramente dagli incendi a inizio 2020. Ma in un anno in cui il contatto fisico è venuto meno l’immagine più intensa resta quella dell’abbraccio al padre Anthony, con cui ormai i vecchi dissapori sono solo brutti ricordi.

29 dicembre – 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA



Go to Source