Honda, riparte la produzione dopo attacco hacker

Formula 1 Sport

L’attacco hacker che negli scorsi giorni ha colpito Honda sembra essere alle spalle. La casa automobilistica giapponese, spiega Reuters, sta gradualmente riprendendo la produzione in tutti gli stabilimenti che erano stati temporaneamente chiusi proprio a causa di questo imprevisto. Già da ieri l’impianto statunitense principale del marchio in Ohio è tornato in funzione, così come altri gestiti da Honda sempre negli Stati Uniti.

Un attacco hacker ha colpito Honda

Entro la settimana prossima la situazione dovrebbe tornare alla normalità: un sito produttivo automobilistico del marchio in Turchia ha già riaperto i battenti due giorni fa, così come hanno fatto gli stabilimenti motociclistici di Honda situati in India e Brasile. Al momento la casa automobilistica giapponese non ha fatto trapelare nessun dettaglio in merito all’attacco hacker che la ha colpita, ma ha fatto sapere che la ripresa della produzione è stata possibile visto che le informazioni personali dei clienti non sono state minimamente influenzate dalla cosa. Non è la prima volta che Honda è vittima di un attacco hacker: già nel 2017 la casa automobilistica giapponese era stata costretta a interrompere la produzione presso uno stabilimento locale a causa del virus WannaCry.

Go to Source

Commenti l'articolo