Horner non perde fiducia in Albon

Formula 1 Sport

È chiaro che quando si ha in squadra Max Verstappen, ogni seconda guida rischia di subire batoste. Servono mani pronte, cervello pensante e spalle larghe, larghissime. Di talenti come quello orange non ne nascono ogni anno: lo sanno Pierre Gasly e Alexander Albon, due che hanno subito o rischiano di subire lo strapotere del ragazzo di Happelt; lo sa soprattutto Chris Horner, il team principal della Red Bull.

Verstappen: “Siamo troppo lenti”

Il britannico, si sa, stravede per Verstappen (e sarebbe folle il contrario) ma non per questo perde lucidità nell’analisi delle prestazioni di Albon, anche quando sul circuito del Red Bull Ring prende mezzo giro di pista dall’olandese, un’enormità anche considerando il fatto che il thailandese, nel Gran Premio inaugurale, era andato vicinissimo alla vittoria (in una gara, però, strana e ricca di imprevisti). Un ritmo praticamente di mezzo secondo più lento ogni giro rispetto a quello fornito da Verstappen, che però non ha allarmato Horner: “Quella di Albon è stata una gara dai due volti. Ha avuto problemi nella prima parte, ma nella seconda ha guidato molto bene“, ha detto il team principal a Motorsport-Magazin.com. “Dobbiamo capire insieme a lui ciò che non è andato e aiutarlo a sentirsi a suo agio in macchina, soprattutto con molto carburante. Anche perché il ritmo è stato molto buono nella seconda parte, poi ha combattuto alla grande con Perez: in quei frangenti era tre o quattro decimi più veloce di Bottas, che aveva gomme più fresche“.



Go to Source

Commenti l'articolo