Hummer elettrico, le ultime indiscrezioni

Formula 1 Sport

La presentazione dell’Hummer elettrico, veicolo mastodontico stavolta sotto il marchio GMC, sarebbe dovuta avvenire il 20 maggio 2020. Ma dopo lo spot al Super Bowl e la pandemia di coronavirus, il progetto di General Motors ha subito un rallentamento che porterà le prossime novità sostanziali solo al prossimo autunno. C’è ancora tempo, dunque, prima di vedere l’ultimo modello di una dinastia automobilistica diventata tradizionale.

Ogni tanto li vediamo nelle nostre strade: i precedenti Hummer sono stati, per antonomasia, dei veri e propri mastini del traffico. Grossi e cattivi, con una personalità definita. General Motors punta proprio a questo: a un prodotto ancora unico, possibilmente più esclusivo e tecnologico che mai, ma con un minor costo di produzione e un maggior collegamento tecnologico con altri modelli in listino. Attualmente le informazioni che circolano parlano di un veicolo elettrico con oltre mille cavalli e un’accelerazione da 0 a 100 in 3 secondi netti pur considerando un peso di tutto rispetto.

GM, avanti con elettriche e guida autonoma

Tra le particolarità del modello dovrebbe esserci il tetto rimovibile, un sistema sospensivo ad aria e una struttura body-on-frame differente dal concetto di skateboard che recentemente è entrato nel gergo del settore delle auto elettriche. Sarà costruito ad Hamtramck presso Detroit, mentre le batterie, realizzate insieme a LG Chem, arriveranno da un impianto nell’Ohio. Con tre motori dei quali due nella parte posteriore del veicolo, l’Hummer elettrico potrebbe raggiungere un’autonomia di quasi 650 chilometri – anche se ovviamente è una misura stimata.
L’idea è di metterlo sulle strade nel 2021, con focus sugli Stati Uniti e eventualmente in Europa, Medio Oriente e Cina in caso di surplus di ordini. Il frontale del pick-up iper vitaminizzato presenterà la scritta Hummer sovrapposta a una fascia luminosa estesa fino ai fari, mentre il badge GMC troverà posto nella parte inferiore destra e sul portellone posteriore. Rispetto al passato il nuovo Hummer potrebbe essere ridotto in termini di dimensione, in particolare in altezza. E assomiglierà più all’ultimo Hummer che all’H1 degli anni ’90, cioè il primo della serie.



Go to Source

Commenti l'articolo