Incentivi auto 2020, 5 modelli da comprare con il bonus

Formula 1 Sport

Finalmente ci siamo: dopo che per settimane il settore auto ha chiesto a gran voce un’azione decisa di sostegno, dovrebbero essere in dirittura d’arrivo i nuovi incentivi, con l’introduzione di un bonus per l’acquisto di nuove vetture e  la rottamazione dei veicoli più inquinanti. Una misura per dare nuovo impulso al comparto e per svecchiare il parco circolante. Il testo approvato alla Commissione Bilancio della Camera ora dovrà passare al vaglio della Camera prima e del Senato poi per l’approvazione definitiva anche se pare difficile che possa esserci un improvviso dietrofront. Tanti i modelli che possono essere acquistati a prezzi vantaggiosi tramite i nuovi incentivi ma prima di soffermarci sulle tipologie, andiamo a vedere nel dettaglio in cosa consiste il nuovo bonus.

Incentivi auto, le novità del decreto Rilancio

Il pacchetto di incentivi 2020 contenuti nel Decreto Rilancio si rivolge ad auto Euro 6, con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 110 g/km e con prezzo di listino non superiore a 40 mila euro più Iva. Il bonus verrà applicato sugli acquisti di vetture effettuati dal 1 agosto al 31 dicembre 2020 e consiste in 1.500 euro da parte dello Stato e 2.000 euro da parte del concessionario a fronte della rottamazione di un’auto con almeno 10 anni di vita, arrivando così ad un totale di 3.500 euro. In caso di mancata rottamazione gli incentivi scendono a 1.750 euro. L’idea del Governo è stata quella di sommare il nuovo pacchetto all’Ecobonus, che ora per le vetture con emissioni di CO2 inferiori a 20 g/km arriva fino a 10.000 euro in caso di rottamazione, aggiungendo 4.000 euro ai 6.000 euro precedenti già previsti dall’Ecobonus.

Testa a testa tra Zoe e Model 3

Ma andiamo ora a vedere nel dettaglio 5 modelli da comprare attraverso i nuovi incentivi. Tra le possibilità più convenienti nel rapporto tra prezzo e dotazione tecnologica c’è sicuramente la nuova Renault Clio E-Tech, la nuova generazione della best seller francese in versione ibrida che vanta un pacchetto di ADAS completo. Il listino dell’entry level parte da 21.950 euro, che scendono a 20.200 euro senza la rottamazione e addirittura a 18.450 euro in caso di rottamazione grazie agli incentivi. Anche la nuova Opel Corsa si presenta come una soluzione vantaggiosa, grazie ad uno stile rinnovato (la nuova generazione condivide la piattaforma con Peugeot 208), ad un’ottima abitabilità e ad un carico tecnologico completo. In questo caso il prezzo di partenza per la versione equipaggiata con il motore 1.2 benzina da 75 CV è di 14.850 euro, che scendono a 11.350 euro con l’incentivo mentre si attestano sui 13.100 euro senza la rottamazione. Come non dimenticare il best seller del mercato italiano, Fiat Panda, che di recente ha presentato la versione Hybrid: compatta, essenziale e affidabile, il prezzo iniziale è di 15.100 euro ma con gli incentivi si scende a 13.350 senza la rottamazione e 11.600 euro in caso di rottamazione. Anche Toyota Yaris Hybrid rappresenta una valida soluzione grazie agli incentivi, con il suo listino che dai 20.800 euro dell’allestimento Business può scendere a 19.050 senza la rottamazione e a 17.300 euro nel caso di addio ad un veicolo più inquinante. Infine un’altra icona tutta italiana, la Fiat 500: in attesa della 500-e, la versione ibrida MHEV parte da 15.150 euro, che scendono a 13.400 euro senza la rottamazione e 11.650 euro in caso di rottamazione.



Go to Source

Commenti l'articolo