Incentivi auto, le nuove regole per l’ecobonus

Formula 1 Sport

L’Ecobonus dedicato alle auto è stato rifinanziato dal Decreto Agosto, con un’importante rimodulazione per fasce, che si è tradotto in taluni casi in un incremento del contributo per l’acquisto di auto green. La misura è stata inserita nell’articolo 74 del decreto agosto, dl 104/2020, in vigore dal giorno di Ferragosto dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il giorno prima.

Si legge all’interno del testo che la fascia delle auto Euro 6 fra i 61 e i 110 g/km è stata divisa in due segmenti, il primo da 61 a 90 g/km e il secondo da 91 a 110 g/km. Per la prima fascia tra queste due, il bonus è stato incrementato di 250 euro.
La situazione dunque è la seguente:
Fascia da 0 a 20 g/km: nessuna variazione
da 21 a 60 g/km: nessuna variazione
da 61 a 90 g/km: l’importo dell’incentivo sale a 3.750 euro (dai precedenti 3500 euro) per l’acquisto con rottamazione e a 2000 euro senza rottamazione (dai precedenti 1750 euro)
da 91 a 110 g/km: nessuna variazione rispetto alla precedente fascia 61-110 g/km
L’altra novità della norma riguarda il rifinanziamento. Sono stati stanziati altri 400 milioni di euro per il 2020, dei quali 250 sono destinati alle due nuove fasce. Secondo l’Unrae “L’introduzione di un plafond per ogni singola fascia incentivata non rispetta la reale capacità di assorbimento del mercato”. Il suo Centro Studi stima per fine anno un utilizzo poco sostenuto del bonus da 0 a 60 g/km, mentre potrebbero esserci più richieste della quota prevista per quella da 61 a 110.  Unrae si augura “un travaso automatico dei fondi all’atto dell’esaurimento di uno dei plafond, per garantire la massima operatività della norma a beneficio dei consumatori, dell’ambiente e della libera concorrenza”.
Sono stati inoltre introdotti anche degli incentivi per le aziende e per i comuni che posizioneranno infrastrutture di ricarica. Confermata anche la data ultima per questi eco-incentivi, il 30 dicembre 2020.



Go to Source

Commenti l'articolo