Infantino, Paolo Rossi italiano di cui essere orgogliosi

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 09 DIC – “Questa sera vivo anche io una grande emozione. Sono grato a Federica che ha permesso tutto questo, perchè Paolo Rossi è qualcuno che faceva parte della tua vita anche se non lo conoscevi. Per me è l’italiano che ha avuto più impatto nell’ultima generazione, ti dava l’orgoglio di essere italiano, con quel sorriso, quella semplicità ma aveva i valori dell’amicizia, del rispetto, della rivincita e del successo”.    Così il presidente della Fifa, Gianni Infantino, tra i protagonisti di un evento speciale organizzato dal Museo Fifa di Zurigo, ad un anno dalla scomparsa del campione azzurro.    “Paolo era uno di famiglia, anche per i milioni di italiani che non lo hanno mai conosciuto. Per tutti noi ha un significato speciale – ha detto ancora Infantino -, basti pensare a tutte le emozioni che lui e la nazionale ci hanno dato. Il Mundial ’82 il momento in cui il virus del calcio è entrato a far parte della mia vita e non ci sono vaccini che tengano. Il calcio ci fa provare emozione pura, regala gioia, e anche dolore, ma soprattutto è un sogno”.    All’evento, oltre alle moglie, Federica Cappelletti, e alle figlie di Paolo Rossi, erano presenti anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, e molti degli azzurri del 1982. .    (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source