Insulti a Koulibaly: Senegal,triste abitudine tifosi Bergamo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 04 APR – La Federcalcio del Senegal (Fsf) interviene sugli insulti razzisti di cui è stato oggetto Kalidou Koulibaly nella gara vinta ieri dal Napoli in casa dell’Atalanta e che sono già stati pubblicamente condannati dalla società bergamasca. La Fsf lo fa con dei tweet a sostegno del suo capitano: “Come da loro tristi abitudini, alcuni tifosi bergamaschi, dell’Atalanta, hanno ripetuto ancora una volta le loro sciocchezze umane pronunciando insulti spregevoli e razzisti rivolti al nostro capitano e leader Kalidou Koulibaly.    Questi idioti senza cervello non devono avere posto in uno stadio. Forza Kalidou, il popolo senegalese ti sostiene con tutto il cuore e si presenta come un solo uomo per essere orgoglioso del tuo coraggio, della tua fierezza, della tua esemplarità e della tua appartenenza alla nostra razza e al nostro Paese. Capitano coraggioso, non ti raggiungeranno mai”.    “L’hai detto tu stesso durante il ricevimento al Palazzo della Repubblica dopo la nostra vittoria della Coppa d’Africa – sottolinea la federazione senegalese -: ‘Siamo uccisi ma non disonorati’. Il Senegal e l’Africa sono orgogliosi di te. Sei l’irrefrenabile difensore del nostro colore, della nostra identità e della nostra cultura. Ecco perché sei più bello e più forte”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source