Inter: Lukaku verso l’addio, Chelsea prova l’allungo

Pubblicità
Pubblicità

Sembra ormai impossibile che l’Inter dica di no: Romelu Lukaku e’ destinato al Chelsea per una cifra che sfiora i 130 milioni di euro. Dopo Hakimi, via un altro pezzo pregiato e anche Lautaro Martinez potrebbe fare le valige. Si polverizza il progetto di gloria dell’Inter che va verso un ridimensionamento di ambizioni e quindi anche di obiettivi, una circostanza che evidentemente ha spinto Conte a salutare il club nerazzurro. La società deve risparmiare, cercare di sanare i bilanci e tirare la cinghia. Il gruppo cinese non fa capire le sue mosse future ma la delusione fra i tifosi resta ed e’ grande. Lukaku e’ stato fra i protagonisti della conquista dello scudetto ed era entrato nel cuore del popolo nerazzurro. A pochi giorni dall’inizio del campionato, perdono consistenza le speranze di difendere il titolo con una certa disinvoltura e di fare la differenza in Champions. La cifra e’ da capogiro, praticamente mostruosa per il gigante belga e Suning ha bisogno di risalire la china. I tifosi sono delusi e rassegnati.    Realista invece Paolo Bonolis che, a Radio Punto Nuovo, dice: “È questione di circostanze: Mi spiace vedere che dopo uno scudetto vinto se ne vada il tecnico, se ne vada Hakimi, se ne vada anche Lukaku. Hakimi era sacrificabile. Lukaku se ne va a 130, difficile ipotizzare una società che possa dire di no viste le circostanze. Ora confido molto nell’abilità di Marotta e di Ausilio nel compensare queste due partenze con giocatori che abbiano la forza di ricostruire una rosa importante”.    “Ridimensionamento? Il mondo – aggiunge – è cambiato nel frattempo, è cambiato in Cina. Se i problemi di cassa sono così forti, non puoi coprirli con Gagliardini e Perisic. Ci sono delle rose straordinarie che non hanno vinto niente, come quella del Manchester City o soprattutto del PSG. Poi, bisognerà capire come tamponare, ma le circostanze non si possono non contemperare. L’offerta per Lukaku è fuori mercato. Successe lo stesso con Zidane e la Juve. Petagna? Se me lo danno sono contento è il Lukaku bianco”.    In realtà, per ora, si punta a Duvan Zapata dell’Atalanta o all’attaccante serbo Dusan Vlahovic. Resta da chiedersi se ci sara’ un effetto domino con altre uscite eccellenti. Lukaku, leader in campo e fuori, mancherà a tutti, soprattutto alla squadra che oggi ritrova Christian Eriksen tornato a Milano. Uno scatto gioioso con il danese che si fa fotografare tra i suoi compagni con la maglia n.24. Sta bene ed è in ottima forma psico-fisica. “Felice di rivederti. Spero Dio voglia che tu possa tornare presto con noi”, twitta Arturo Vidal.     

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source