Interviste top-3 GP Stiria 2020: Hamilton, Bottas, Verstappen

Formula 1 Sport

Sul circuito del Red Bull Ring Lewis Hamilton ha conquistato la vittoria del Gran Premio di Stiria, seconda prova del mondiale 2020. Il pilota della Mercedes ha preceduto sul traguardo l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Al terzo posto la Red Bull di Max Verstappen. Ad intervistare i primi tre classificati è stato Martin Brundle.

Lewis Hamilton (1°, Mercedes): “Grazie al mio team e a tutti in fabbrica. L’annata è davvero bizzarra ma è proprio bello tornare qui a guidare a questo livello. Il team ha fatto un lavoro fantastico a livello di strategia, siamo riusciti a tenere la macchina in strada evitando i cordoli e a portarla al traguardo. Sono comunque grato di essere tornato al primo posto. Onestamente mi sembra sia passato tantissimo tempo, anche se era l’ultimo GP dell’anno scorso. Tornare a questo livello dopo un weekend difficile la scorsa settimana è davvero un grandissimo passo avanti per me. Adoro le gare consecutive, adesso c’è pure la terza. Potremmo fare anche una festa tra le gare”.

Valtteri Bottas (2°, Mercedes): “Lewis partendo in pole e bene poteva controllare la gara e non è successo più di tanto rispetto allo scorso weekend. Da parte mia non partendo dalla pole dovevo limitare i danni. Sono arrivato secondo, quindi non male. Ieri non è stata la giornata ideale ma sono riuscito a limitare i danni abbastanza bene. Max? Io pensavo di avere più passo di lui alla fine e sono riuscito a dimostrarlo con il sorpasso finale. E’ stata una bella battaglia, divertente. Le prime due gare non sono state male, guardo alla prossima settimana con ottimismo”.

Max Verstappen (3°, Red Bull): “Ho provato a battere le Mercedes ma siamo un po’ troppo lenti purtroppo. Ho spinto il più possibile, anche quando Valtteri ha cercato di superarmi ho provato a rendergli la vita difficile. Sapevo che lui mi avrebbe ripassato un giro dopo, ma è stato divertente. Altrimenti la gara è stata davvero noiosa. Alla fine è andata bene ma c’è tanto lavoro da fare. Aggiornamenti? Non so, la settimana prossima lo scopriremo”.



Go to Source

Commenti l'articolo