Jordan: “Non prenderei Vettel, Leclerc l’ha distrutto”

Formula 1 Sport

Eddie Jordan se ne intende di talenti. In Formula 1, con la sua scuderia, ha fatto esordire Rubens Barrichello, Eddie Irvine e soprattutto il Kaiser Michael Schumacher. Un tris di ex ferraristi che ha sempre legato in qualche modo l’irlandese al team di Maranello. Un team che si rinnoverà ben presto, con Carlos Sainz Jr. al posto di Sebastian Vettel, ancora senza un volante per il 2021. Jordan ha voluto dire la sua sul futuro del tedesco.

Vettel e il futuro: “Lunga la lista di ciò che voglio fare”

“Alla Formula 1 mancherà Vettel, è un quattro volte campione del mondo. Tornerà mai ai tempi della Red Bull e alle vette che ha raggiunto con Chris [Horner] e Adrian [Newey]? Chissà…“, ha affermato l’irlandese al podcast ufficiale della Formula 1, F1 Nation. “Probabilmente non lo prenderei uno come lui. Perché penso che ci siano troppi giovani che possono spremerlo in questo momento“. Non proprio le parole più dolci, quelle usate da Jordan, che ha dunque esordito parlando di Vettel quasi come un ex pilota, benché abbia corretto il tiro successivamente.

Vettel-Racing Point, decisione a Silverstone

“Sicuramente ha avuto un paio di anni terribili in Ferrari. E non credo nemmeno possa riaccendersi dentro lui il fuoco che aveva dentro, sarà molto difficile alla sua età. Un anno fa pochissimi avrebbero creduto che Leclerc potesse scalzarlo e completamente distruggerlo. Eppure lo ha fatto“, ha continuato il manager. E se Vettel seguisse lo scenario più probabile, cioè l’approdo in Racing Point nel 2021? Jordan non crede che il team anglo-canadese faccia una buona mossa: “Dovrei credere che con un’auto simile Vettel possa lottare con Hamilton? Al momento psicologicamente non può nemmeno farlo con Leclerc. Naturalmente lo ameresti alla guida: ve lo dice uno che ha avuto in squadra un Damon Hill molto vicino al ritiro, con cui ha ottenuto i migliori risultati e la prima vittoria. Sicuramente è un premio enorme per qualsiasi squadra, ma smantellereste un team che con Perez ha un buon ritmo e ottimi ingressi economici? Questo sarebbe il modo in cui la vedrei se fossi a capo della Racing Point“.



Go to Source

Commenti l'articolo