Lazio

Pubblicità
Pubblicità

Sarri si rimette in gioco sposando la Lazio, dopo essere stato vicino alla Roma, e prendendo in eredita’ il bel gruppo esaltato da Inzaghi, ma con la coperta un po’ corta a causa di una panchina non sempre all’altezza dei titolari. L’affare Salernitana ha tenuto occupato Lotito, ma per ora la Lazio non puo’ ufficializzare i suoi movimenti di mercato se non vende. Correa e’ la prima scelta, ma per ora tra le richieste della Lazio (quasi 40 mln) e le esigenze del giocatore non e’ stata trovata la quadra. Ci sono problemi di passaggio tra la difesa schierata di Inzaghi e quella alta che vuole il nuovo tecnico. Rientrato il caso Luis Alberto, al centro del progetto con Milinkovic e Immobile, il tecnico dopo Hysaj vorrebbe un altro fedelissimo, Callejon. Hysaj presidiera’ le fasce con Marusic mentre Luiz Felipe e Acerbi completeranno la difesa. A centrocampo il tris di titolare e’ inamovibile ma serve un vice Leiva. Tare ha bloccato da tempo Basic del Bordeaux, utile in tutti i ruoli, ma per ora l’affare non si puo’ chiudere, e rischia di sfumare com’e’ accaduto per Hauge e Kostic. E’ tornato Felipe Anderson, un grande affare di mercato, che giochera’ alle spalle di Immobile. Oltre a Correa dovra’ traslocare uno tra Muriqi e Caicedo. Un’altra opzione possibile sulle fasce e’ Hudson-Odoi del Chelsea, ma il problema principale e’ liberarsi di una rosa extra-large senza avere piu’ la possibilita’ di parcheggiare giocatori nella Salernitana. Si attende il bel gioco che Sarri non ha potuto sviluppare alla Juve pur vincendo e appaiono fisiologiche le difficolta’ di adattamento palesate dalla squadra nelle prime uscite. Anche al Napoli l’inizio di Sarri non fu facile, ma poi le cose quadrarono armoniosamente.
Formazione (4-3-3): Reina, Murusic, Luiz Felipe, Acerbi, HYSAJ, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, FELIPE ANDERSON, Immobile, Correa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source