Leclerc: “Al 99% faticheremo più dell’anno scorso”

Formula 1 Sport

La Ferrari si nasconde o è davvero in difficoltà? Questa è la domanda che probabilmente sta attraversando in questi giorni le menti di tutti i tifosi ferraristi, curiosi di vedere finalmente il rendimento della SF1000 in un weekend di gara dopo le perplessità che avevano accompagnato la rossa nei test di Barcellona. Già nei giorni scorsi Mattia Binotto aveva messo le mani avanti, spiegando che dei miglioramenti sostanziali alla monoposto si sarebbero visti solo a partire dal fine settimana del GP d’Ungheria e lasciando così immaginare in Austria una Ferrari costretta sulla difensiva e preoccupata soprattutto di limitare i danni.

Binotto: “In Austria stessa configurazione di fine test”

Nella conferenza stampa dei piloti odierna, una sensazione simile è quella che hanno trasmesso le parole di Charles Leclerc. Il monegasco, rivelazione in positivo del 2019 per la Ferrari con le sue sette pole position e due vittorie, ha infatti ammesso di non aspettarsi di guidare al Red Bull Ring una monoposto in grado di competere per il successo, come invece accade 12 mesi fa: “Nei test, soprattutto in qualifica, ci siamo resi conto che non eravamo dove avremmo voluto. Abbiamo deciso di fare passo indietro, individuare il problema e poi lavorarci. Abbiamo cercato una strada diversa per Budapest e non c’era tempo per portarla qua” ha sottolineato Leclerc, confermando di fatto le parole del suo team principal.

Vettel: “Sorpreso dall’addio, da Ferrari mai un’offerta”

“Sarà una stagione impegnativa per noi – ha proseguito il pilota del Principato – abbiamo ancora tanti punti interrogativi e solo in qualifica sabato vedremo dove siamo, anche se al 99% faticheremo di più rispetto all’anno scorso“. Una frase quest’ultima che avvalora il filone di pensiero secondo il quale scuderia del Cavallino Rampante si troverà nelle prime gare più indietro rispetto a Mercedes e Red Bull. “A volte dovremo guidare e lavorare come una squadra, questo porta benefici anche a noi come piloti. Nel 2021 mi mancheranno la velocità e l’esperienza di Vettel – ha concluso Leclerc, rispondendo ad una domanda sul compagno di squadra che lascerà il team a fine anno – ho imparato tantissimo da lui. Mi mancherà come pilota e come persona. Ci sono state delle battaglie in pista che non sono finite come volevamo, ma c’è sempre stato rispetto tra noi fuori dalla pista“.



Go to Source

Commenti l'articolo