Leclerc: “Ho puntato sull’assetto da asciutto”

Formula 1 Sport

Quasi due secondi di distacco dai migliori al termine della seconda sessione di qualifiche sono un’enormità, ma Charles Leclerc si è sforzato di guardare comunque il bicchiere mezzo pieno al termine di un sabato segnato dalla pioggia al Red Bull Ring. Per domani, invece, le previsioni sono migliori e ci si aspetta una gara asciutta, per questo il pilota classe 1997 ha scelto un set-up per la sua Ferrari SF-1000 #16 volto ad essere performante in gara sacrificando la qualifica odierna. Leclerc ha lottato, ma ha dovuto arrendersi di fronte all’eliminazione in Q2 esattamente come era avvenuto per Sebastian Vettel sette giorni fa. Il pilota monegasco potrà scegliere con quale mescola di gomme partire per cercare un’altra strepitosa rimonta come è avvenuto domenica scorsa, quando ha portato la Ferrari sul secondo gradino del podio.

GP Stiria 2020, la griglia di partenza

Il pilota del Cavallino Rampante non ha ovviamente nascosto una situazione che vede la Ferrari in netta difficoltà nei confronti di diverse scuderie. Leclerc, però, nutre guarda con grande fiducia alla gara di domani: “Io devo migliorare a livello di guida in queste condizioni – ha esordito con un mea culpa Leclerc ai microfoni di Sky Sport F1 – ma la verità è che non siamo abbastanza veloci ed è difficile essere a 1″8 dalla vetta. Ferrari inguidabile? È una parola grossa, non mi spingerei fino a lì, di sicuro, però, per me è stato difficile guidare in queste condizioni perché ho puntato su un assetto più aggressivo che andava bene sull’asciutto, sul bagnato era più difficile. L’obiettivo era avere una vettura performante in gara e sotto quell’ottica penso che abbiamo fatto la scelta giusta”. 



Go to Source

Commenti l'articolo