Leclerc: “Nel 2020 non voglio sprecare opportunità”

Formula 1 Sport

Il lungo stop a cui sono stati sottoposti i piloti di Formula 1 a causa dello scoppio della pandemia non è stato certamente piacevole per nessuno di loro, ma per un giovane ‘in rampa di lancio’ come Charles Leclerc dover attendere così tanto prima di iniziare la sua seconda stagione al volante della Ferrari è stato probabilmente ancora più difficile. Il monegasco, trionfatore a Monza lo scorso anno per la gioia dei tifosi del Cavallino, ha parlato delle sue aspettative per il campionato che sta per scattare nel corso di una lunga intervista rilasciata a Sky Sport F1.

Leclerc: “Austria 2019 la gara della svolta”

“Sono contento del calendario serrato (la stagione iniziera con 8 GP in 10 settimane), mi piace. Sarà forse stancante – non sappiamo ancora se potremo tornare a casa tra un GP e l’altro – ma alla fine mi mancava così tanto correre che mi va più che bene – ha spiegato Leclerc – doppi GP? In una stagione normale non mi piacerebbero, ma in questa, nella quale mancano gare e bisogna trovare una soluzione, penso che siano la cosa migliore. Aggiungere gare serve per dare più significato al campionato. Non avrebbe senso fare un campionato da cinque gare. Credo sia la risposta giusta a questa situazione”.

Leclerc: “Mi mancava la pista, ora si fa sul serio”

Senza nemmeno la certezza sul numero dei GP da correre, nel 2020 più che mai ogni errore peserà doppio. Sotto questo aspetto Leclerc vuole dimostrare di essere cresciuto rispetto al passato: “La costanza sarà molto importante – ha ribadito il più giovane vincitore di sempre della storia Ferrari – non voglio dover riguardare al 2020 pensando che ci sono state opportunità che abbiamo mancato, come nel 2019″. Nei test di Barcellona tuttavia la SF1000 non aveva brillato e il talento del Principato è consapevole che le prime gare potrebbero essere complicate: “La macchina non penso che sarà diversa rispetto all’Australia. Durante la chiusura è stato imposto lo stop, quindi non si poteva lavorare. L’obiettivo è raccogliere tutte le opportunità che abbiamo e ovviamente fare i migliori risultati possibili. Quali potranno essere non lo so. La prima gara ancora non c’è stata, aspettiamo l’Austria per vedere dove siamo“ ha concluso.



Go to Source

Commenti l'articolo