Leclerc verso Sochi: “Saranno importanti le qualifiche”

Formula 1 Sport

Dodici mesi fa il principale argomento di discussione riguardante la Ferrari a Sochi fu legato ai team radio polemici scambiati tra Sebastian Vettel, Charles Leclerc e il box nelle primissime fasi della gara. Un anno dopo è facile immaginare che i tifosi della rossa e gli stessi piloti farebbero carte false per poter tornare a quei problemi. C’è invece da fare i conti con una SF1000 bizzosa e difficile da guidare ed una classifica quantomai deficitaria, che vede la scuderia di Maranello solo sesta tra i costruttori, pericolosamente insidiata alle spalle dall’Alpha Tauri. Charles Leclerc, ottavo al Mugello dopo una gara complicata, spera di riuscire a fare meglio in Russia, dove nel 2019 fu terzo al traguardo.

Webber: “Leclerc il prossimo nel mirino”

“Ci sono due cose che mi vengono subito in mente quando penso a Sochi: il lungo rettilineo principale e le montagne russe – ha scherzato il pilota monegasco alla vigilia del fine settimana sul Mar Nero – il circuito si caratterizza per uno dei rettilinei più lunghi del campionato seguito da un interessante mix di curve e per questo direi che il primo settore è quello più divertente. Ancora una volta sarà importante mettere insieme il giro perfetto in qualifica perché sorpassare a Sochi non è affatto semplice”.

Todt: “Ferrari messa meglio rispetto al ’93”

“Devo dire che ho ricordi molto piacevoli di questo luogo, soprattutto del parco di divertimenti che sorge accanto al circuito – ha poi sottolineato ancora Leclerc, citando un divertente aneddoto del suo anno da rookie, ai tempi della Sauber – la prima volta che sono venuto in Russia siamo andati con alcuni altri piloti al Luna Park e ci siamo divertiti parecchio sulle montagne russe. È stato un bel modo per liberare la mente prima di focalizzarci sulle attività in pista. Sono felice di sapere che anche qui sulle tribune saranno presenti alcuni fan. Sarà bello vederli, speriamo anche di poter farli divertire un po’”.



Go to Source

Commenti l'articolo