L’endurance riaccende i motori: tutti i calendari aggiornati

Formula 1 Sport

Con l’evolversi della pandemia di Coronavirus e la progressiva adozione delle necessarie contromisure, il mondo del motorsport si appresta a tornare in pista. Nelle ultime settimane tutti i principali campionati endurance internazionali hanno rilasciato le bozze più o meno definitive dei nuovi calendari. Com’era prevedibile, si preannuncia un vero e proprio tour de force da luglio a novembre, soprattutto per i piloti impegnati in più di una categoria. Nel complesso ne risulta comunque una stagione intensa e in grado di regalare un degno spettacolo in pista, nonostante siano comunque presenti alcune criticità.

GT World ChallengeL’ex campionato Blancpain GT prenderà il via a fine luglio a Imola, all’autodromo Enzo e Dino Ferrari.La serie sprint prevede quattro appuntamenti, in alcuni dei quali sono state condensate fino a tre gare al weekend invece delle tradizionali due. Ne risulta un campionato di dieci gare, garantendo quindi un chilometraggio sufficiente a poter sperare in un’avvincente lotta per il titolo.Il round in Olanda tuttavia è previsto in contemporanea alla 24 ore del Nurburgring, generando sicuramente non pochi malumori tra i piloti impegnati anche nella maratona tedesca.

WEC | La stagione 2019-20 ricomincerà a Ferragosto a Spa

Il campionato endurance invece è costituito da quattro appuntamenti, di cui due gare da ben sei ore e la 24 ore di Spa. La classicissima in Belgio è fissata per la fine di ottobre, lasciando quindi diverse perplessità sulle condizioni atmosferiche che i piloti incontreranno sul tracciato delle Ardenne, storicamente impervie anche nella tradizionale data estiva. Oltre alle possibili piogge e nevicate, i team dovranno fronteggiare temperature decisamente più rigide, che andranno ad influenzare il comportamento in pista delle vetture e potenzialmente ad alterare le gerarchie del Balance of Performance. Per questo motivo i test a Spa di fine settembre rivestiranno un’importanza ancora maggiore rispetto al solito.Illustre assente dal calendario è invece Monza. Nonostante gli appuntamenti italiani di Misano e Imola infatti, gli organizzatori hanno optato per non disputare la gara in uno dei territori più colpiti dall’epidemia.

25-26 luglio: Imola (Endurance, 3 ore)7-9 agosto: Misano (Sprint, 3 gare da un’ora)5-6 settembre: Nurburgring (Endurance, 6 ore)11-13 settembre: Magny-Cours (Sprint, 2 gare da un’ora)25-27 settembre: Zandvoort (Sprint, 2 gare da un’ora)29-30 settembre: test 24 ore di Spa9-11 ottobre: Barcellona (Sprint, 3 gare da un’ora)22-25 ottobre: 24 ore di Spa (Endurance)13-15 novembre: Paul Ricard (Endurance, 6 ore)
IMSAIl campionato nordamericano riprenderà le ostilità a inizio luglio con un secondo appuntamento a Daytona dopo la 24 ore dello scorso gennaio. Anche lo storico tracciato di Sebring figura due volte in calendario, con la 12 ore attualmente posta come spettacolare finale di stagione. In maniera simile a quanto discusso con la 24 ore di Spa, anche nel caso della 12 ore della Florida i team affronteranno condizioni atmosferiche differenti rispetto alla tradizionale data di marzo.

3-4 luglio: Daytona, 2 ore e 40 minuti (DPi, GTLM, GTD)17-18 luglio: Sebring, 2 ore e 40 minuti (DPi, LMP2, GTLM, GTD)31 luglio-2 agosto: Road America, 2 ore e 40 minuti (DPi, LMP2, GTLM, GTD)21-23 agosto: Virginia International Raceway, 2 ore e 40 minuti (GTLM, GTD)4-6 settembre: Laguna Seca, 2 ore e 40 minuti (DPi, LMP2, GTLM, GTD)25-27 settembre: Mid-Ohio, 2 ore e 40 minuti (DPi, GTLM, GTD)2-4 ottobre: Watkins Glen, 6 ore (DPi, LMP2, GTLM, GTD)14-17 ottobre: Road Atlanta, 10 ore (DPi, LMP2, GTLM, GTD)30-31 ottobre: Lime Rock Park, 2 ore e 40 minuti (GTLM, GTD)11-14 novembre: 12 ore di Sebring  (DPi, LMP2, GTLM, GTD)
ADAC GT MasterL’ADAC GT Master aprirà le danze a cavallo di luglio e agosto con l’appuntamento inaugurale di Most, in Repubblica Ceca. Tra il 21 e il 23 agosto la serie farà visita in Olanda nel rinnovato circuito di Zandvoort. Le vetture GT del della categoria saranno quindi tra le prime in assoluto a sfrecciare sulle sopraelevate della pista olandese. Decisamente problematica infine la sovrapposizione del round di Oschersleben, che oltre ad essere in concomitanza con la 24 ore di Spa, costituisce anche il round decisivo per l’assegnazione del titolo, regalando non pochi grattacapi ai piloti impegnati anche nel GT World Challenge.
31 luglio-2 agosto: Most14-16 agosto: Nurburgring21-23 agosto: Zandvoort18-20 settembre: Hockenheim2-4 ottobre: Sachsenring16-18 ottobre: Red Bull Ring23-25 ottobre: Oscherlseben
ELMSL’European Le Mans Series prenderà il via a luglio in Francia al Paul Ricard. La stagione prevede soli cinque appuntamenti, conferendo a ciascuno di essi un’importanza cruciale nella lotta al titolo, in quanto anche un solo ritiro può rivelarsi determinante. Contrariamente al GT World Challenge, l’ELMS ha invece optato per mantenere l’appuntamento in Italia sul circuito brianzolo di Monza, attualmente fissato per l’11 ottobre.

19 luglio: Paul Ricard, 4 ore9 agosto: Spa, 4 ore29 agosto: Barcellona, 4 ore11 ottobre: Monza, 4 ore1 novembre: Portimao, 4 ore

Go to Source