Lo Spezia recupera l’attacco, su Motta ombra Maran

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – LA SPEZIA, 08 GEN – L’entusiasmo per l’inatteso successo di Napoli, nell’ultima giornata del girone d’andata, sembra già svanito in casa Spezia. La prima partita del 2022 ha mostrato una squadra nuovamente opaca, poco brillante dal punto di vista fisico e capace di scuotersi solo dopo la doppietta di Caprari, decisiva per garantire la vittoria del Verona al Picco.    I dubbi che aleggiavano attorno alla posizione di Thiago Motta, scacciati dall’exploit natalizio, tornano a proporsi nella dirigenza aquilotta, che valuta in queste ore un cambio in panchina per dare la scossa. Non Marco Giampaolo, con cui il direttore sportivo Riccardo Pecini si è incontrato per una cena tra ex sampdoriani nelle scorse settimane, ma è quella di Rolando Maran, già vicino alla panchina in estate, la prima candidatura in caso di separazione dal tecnico brasiliano.    Intanto domani al Ferraris, nello scontro salvezza contro il Genoa, Motta non siederà in panchina a causa dell’espulsione rimediata nel turno precedente dopo un confronto con l’arbitro Mariani. Al suo posto il secondo francese Alexandre Hugeux, conosciuto ai tempi del Psg. Lo Spezia arriva all’appuntamento avendo recuperato i quattro giocatori rientrati dalle ferie positivi al Covid. Tra questi i due centravanti Manaj e Nzola, i giocatori di maggiore esperienza di un reparto che mostra qualche difficoltà di troppo nel trovare la via della rete, soprattutto su azione manovrata. Gli ultimi tre centri sono frutto di due autoreti e uno schema da calcio d’angolo. In partenza circa quattrocento dalla Spezia per seguire la squadra.    (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source