Mancini fa 56 panchine: “Bello raggiungere Lippi e Prandelli”

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – FIRENZE, 15 NOV – “Mi fa piacere raggiungere Lippi e Prandelli, speriamo di allungare la striscia anche se mi pare abbastanza dura arrivare a Bearzot e Pozzo”. Lo ha detto Roberto Mancini commentando, ai canali della Figc, il traguardo delle 56 panchine da commissario tecnico che centrerà domani sera a Tirana in occasione dell’amichevole contro l’Albania cui seguirà quella di domenica a Vienna contro l’Austria.Nella graduatoria dei ct con più presenze restano a questo punto solo Bearzot (88) e Pozzo (95). Adesso comunque la priorità, dopo aver centrato lo scorso mese la fase finale della Nations League, è chiudere bene questo anno seppur fra i rimpianti per la mancata qualificazione ai Mondiali che stanno per cominciare in Qatar.    “Contro la Macedonia del Nord è stata una gara assurda, di quelle che capitano ogni 100 anni. Purtroppo è capitata a noi – ha sospirato Mancini – Quanto ai test di domani e domenica saranno importanti per provare qualche nuovo giocatore”, ha detto, riferendosi ai vari giovani convocati nell’occasione. In proposito Leonardo Bonucci ha dichiarato: “I giovani che sono qui stanno già dimostrando di aver capito l’importanza di questa maglia. Quel che ci ha portato a vincere l’Europeo sono stati prima di tutto l’entusiasmo, spirito di gruppo e di sacrificio e il senso di appartenenza. Poi abbiamo perso qualche dettaglio lungo il cammino ma ora ci stiamo ritrovando come dimostrano gli ultimi risultati di Nations League. Sta a noi continuare su questa strada”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source