Marko: “Servono molte corse per non perdere soldi”

Formula 1 Sport

Diversi paesi stanno allentando le restrizioni riguardo alla pandemia di coronavirus, e con la speranza di evitare la famigerata seconda ondata di contagi l’Europa prova a ripartire. La Formula 1 segue a ruota questo schema, con una bozza di calendario che dovrebbe prevedere un inizio del campionato 2020 proprio nel continente che è base della totalità dei team.

Iniziare un campionato e fare qualche gara però potrebbe non bastare. Secondo Helmut Marko, la Formula 1 dovrà riuscire a organizzare gare a sufficienza per sopperire alla perdita di denaro che i team stanno cercando di gestire in questo periodo, anche attraverso licenziamenti temporanei e tagli. Anche di budget, seppur riversati sul futuro. “La Red Bull e le altre squadre top non sono a rischio di collasso per via della presenza di ottimi sponsor. Tuttavia la F1 deve fare più gare possibili. Se non ci saranno abbastanza Gran Premi, i team perderanno dai 20 ai 50 milioni di dollari di ricavi“, ha detto Marko a ORF.

Un colpo di Spagna

Tradotto, vuol dire grandi problemi: “gli altri team, senza quei soldi, avranno grosse difficoltà economiche“. Con un rischio di tracollo. Per chi è critico sull’opportunità di fare più Gran Premi sullo stesso circuito, la risposta è proprio questa: dal punto di vista economico meglio organizzare un campionato così, che fare solo una decina di gare titolate. Basti vedere la Nascar, che anche grazie a una particolare struttura gestionale, correrà qualche volta anche a metà settimana pur di recuperare il denaro perduto e gli sponsor.

Go to Source