Maserati Folgore, quando l’elettrificazione è di lusso

Formula 1 Sport

[Rassegna stampa] L’elettrificazione della gamma Maserati riparte dalla MC20. L’obiettivo della casa automobilistica del Tridente è quello di riuscire ad offrire tredici modelli elettrici e ibridi entro il 2023. Folgore è il nome scelto per la famiglia di veicoli elettrici che il marchio andrà a realizzare nel corso del tempo.

Maserati MC20 Folgore, tre motori elettrici e oltre 621 CV

La MC20 non rappresenta soltanto il ritorno del Tridente alle supercar, ma anche il primo prodotto del nuovo piano industriale che si dipanerà nei prossimi quattro anni con l’intento di portare Maserati in una nuova era. Le parole d’ordine sono elettrificazione e lusso, che verranno tradotte in pratica con una nuova gamma di prodotti. Tredici auto che andranno a coprire il 90% del mercato del luxury, lasciando scoperto il segmento delle grandi limousine attualmente presidiato dalla Quattroporte. Il prossimo anno arriverà l’inedita Grecale, ovvero un Suv di medie dimensioni, insieme alla Levante ibrida. Nel 2022, invece, ci sarà una vera e propria rivoluzione. Debutteranno la coupé a motore anteriore – sostituta dell’attuale GranTurismo – anche in versione cabriolet, la MC20 Spider e la Grecale a emissioni zero. La piattaforma tecnologica, che abbiamo già potuto vedere durante la visita all’Innovation Lab di Modena, prevede tre motori a elettroni – due posteriori e uno anteriore per poter gestire al meglio la potenza e avere la trazione integrale – e un impianto elettrico a 800 Volt di nuova generazione. Il componente chiave è l’inverter (il dispositivo che fa transitare l’elettricità dalle batterie al motore) al carburo di silicio, che attualmente non esiste sulle auto di serie, ma solo su quelle di Formula 1 e Formula E. «Abbiamo destinato 2, 5 miliardi di euro a Maserati e ci aspettiamo che questo sia l’ultimo anno in cui il bilancio del brand sia in perdita» ha spiegato Manley. […]
La Stampa



Go to Source

Commenti l'articolo