Masi (FIA) conferma: “Direttiva sul party-mode prima di Spa”

Formula 1 Sport

La FIA è al lavoro attivamente per cercare di interrompere il ‘party’ della Mercedes, ma dalle parti di Brackley sono convinti che la supremazia delle ‘frecce nere’ continuerà anche a Spa. La questione è nota: la Federazione si appresta ad emanare, prima del prossimo GP del Belgio, una direttiva tecnica volta ad impedire l’utilizzo di più mappature di motore diverse nelle sessioni di qualifiche e di gara. L’implicito tentativo di questa manovra sembra secondo molti quello di provare a limitare lo strapotere dei motorizzati Mercedes soprattutto in qualifica, quando il cosiddetto ‘party-mode’ fa la differenza con gli altri team.

Marko: “Il party-mode vale almeno sette decimi per Mercedes”

Il Race Director della F1, Michael Masi, ha confermato l’intenzione della FIA di procedere verso una semplificazione della mappe, per poter essere più efficace nei controlli: “I nostri ingegneri hanno fatto un enorme lavoro di preparazione e ci siamo anche consultati con i vari motoristi – ha spiegato l’australiano – abbiamo quindi piena fiducia e intendiamo emettere una direttiva tecnica di questo tipo prima della gara di Spa” ha ribadito. L’ex pilota finlandese J.J. Letho si è però mostrato scettico sulle possibilità degli altri team di avvicinare la Mercedes, anche senza la diversificazione delle mappature: “Tutti parlano del fatto che la Mercedes sia stata colpita più degli altri – ha detto al quotidiano finlandese Iltalehti – ma quando si guarda quanto è veloce quella macchina, bisogna ammettere che non è solo per effetto del motore“.

Hamilton: “Cercano di rallentarci, non ci riusciranno”

Dal canto suo tuttavia, il team principal della Mercedes Toto Wolff ha ribadito più volte, nel corso del fine settimana di Barcellona, che la sua squadra saprà reagire bene a questa sfida: “La cosiddetta ‘party mode’ è ottima per noi, perché possiamo usarla in qualifica. Se non potremo più farlo, allora avremo molta più potenza in gara. Si cerca sempre di rallentare il più veloce, quindi bisogna prendere questa decisione in maniera sportiva” ha concluso Wolff.



Go to Source

Commenti l'articolo