Mazzarri sprona i rossoblu, quando si può si deve vincere

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – CAGLIARI, 26 FEB – Cagliari alla ricerca di punti salvezza anche a Torino. Contro la sua ex squadra Mazzarri punta sullo spirito battagliero che ha consentito ai rossoblu di conquistare nel girone di ritorno dodici punti nelle ultime sette partite. Contro i granata il mister non potrà contare su Nandez, ancora fermo dopo la botta rimediata un mese fa in Coppa Italia con il Sassuolo. Rispetto alla sfida con il Napoli previsti pochi accorgimenti. Non sarà della partita nemmeno l’ex Baselli, fermato da un fastidio alla caviglia destra. Ma c’è già pronto Marin. Ballottaggio in difesa: Carboni potrebbe riprendere il suo posto alla sinistra di Lovato.    “Stanno facendo risultati tutti – ha detto il coach – la quota salvezza sarà più alta. Ecco perché sono arrabbiato: quando si può vincere, dobbiamo vincere. Un punto ed elogi non bastano più”.    “Quando arriverò allo stadio proverò qualcosa, non so – ha spiegato – ma sono concentrato sulla causa Cagliari: domani affronteremo una squadra che va a mille, forse più di tutti”.    Una squadra che non vince da molto, il Toro: “Questo lo caricherà molto – ha continuato – nel loro stadio faranno di tutto. Mi aspetto un avversario difficilissimo. Spero però che la squadra capisca questo aspetto: mi attendo una prova in linea con le precedenti. Se dovesse essere così, sarà dura anche per il Torino”.    Punti buttati: “Oggi il calcio – ha detto – ha i suoi ritmi: chi subentra è quasi più importante di chi gioca dall’inizio. Se le partite fossero durata 80-85 minuti il Cagliari sarebbe a centro classifica. Quando si va in vantaggio bisogna chiudere le partite: difendere l’uno a zero è molto difficile, bisogna essere più cinici e cattivi. Per noi è un delitto aver perso quei punti che si sommano a quelli persi con la Fiorentina. Mi girano le scatole solo a ripensarci”.    Obert? “Parla poco, pedala tanto – ha osservato – continuando così è il futuro del Cagliari”. Joao Pedro? “Corre tanto, fa anche la fase difensiva – ha spiegato- ma nell’ultimo periodo non è sterò fortunato perché le occasioni le è avute. Importante che faccia la prestazione che ha fatto con il Napoli, poi se verrà il gol tanto meglio”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source