McLaren Elva in tour

Formula 1 Sport

Da Amburgo a Parigi. Nel mezzo Bruxelles, Stoccarda, Millbrook, Dubai, Riyadh. Queste le tappe del tour mondiale in cui è attualmente impegnata McLaren Elva, la nuova super sportiva di Woking che presto arriverà su strada. In vista dell’avvio della produzione infatti, lo scorso 8 ottobre è cominciata una tournée tra Europa e Medio Oriente che vede protagonista anche una copia perfetta della storica McLaren-Elva M1A sports racer grazie allo speciale tema Elva M1A di MSO.

McLaren Elva M1A: MSO omaggia le corse del 1964

Basata sulla superleggera M1A di Bruce McLaren che ha ripetutamente battuto il record sul giro del Motorsport Park al Gran Premio del Canada di auto sportive nel 1964 (Canadian Sports Car Grand Prix), il tema Elva M1A di MSO propone una fascia in stile race nel colore Magnesium Silver che si prolunga lungo il predellino, corre attorno allo splitter anteriore e sale sul cofano, accompagnato da un gessato Accent Red. Intorno ad essa la forma scolpita della Elva sfoggia una carrozzeria tutta in fibra di carbonio, completata dall’iconica grafica da corsa numero 4 di Bruce McLaren. 
I clienti potranno anche provare il nuovo ed avanzato sistema di realtà virtuale per viaggiare in ogni dettaglio dell’auto, completando l’esperienza di un viaggio nella creazione della propria auto su misura. Il McLaren Advanced Visualiser (MAV) è una tecnologia chiave per dare vita a idee e concetti con immagini virtuali di altissima qualità che mostrano come i temi di design proposti riescano a creare un’auto virtualmente reale.

Nuova McLaren Elva, aggiungere leggerezza

Creato da McLaren il software era originariamente progettato per un video gioco, il MAV utilizza il rendering con risoluzione ultra-HD per visualizzare i singoli elementi personalizzabili dell’Elva e infine unirli tutti per creare una vettura completa, con una visualizzazione del risultato finale praticamente immediata. Il livello di funzionalità e dettaglio del MAV permette al cliente, con la realtà aumentata, di aprire e chiudere le porte per entrare nell’auto e sperimentare diverse soluzioni di design per gli interni, dai colori e materiali dei sedili alle finiture e cuciture. Gli elementi aerodinamici possono anch’essi essere visualizzati ed il programma consente agli utenti di guardare addirittura sotto la carrozzeria per scoprire di più sulle sospensioni e sui freni della Elva.



Go to Source

Commenti l'articolo