Mekies: “Terzo posto costruttori è traguardo minimo”

Formula 1 Sport

Il sabato di Barcellona ha rappresentato l’ennesima giornata complicata in casa Ferrari.  Le due rosse in qualifica hanno faticato più del previsto, tornando a qualificarsi alle spalle anche delle McLaren e trovandosi di fatto a panino con le due Alpha Tauri. Sebastian  Vettel ha mancato per due millesimi l’ingresso in Q3, venendo ancora una volta eliminato in Q2, mentre Charles Leclerc nell’ultima sessione cronometrata non è riuscito ad andare oltre la nona posizione, mettendosi alle spalle il solo Pierre Gasly.  Dal punto di vista strategico Vettel potrebbe ricavare un piccolo vantaggio dal mancato ingresso in top-10, potendo scegliere liberamente la gomma con cui partire.

Vettel: “Sfortunati, ma ci sono i soliti problemi”

Non sono comunque certo queste le posizione a cui ambisce la Ferrari, anche in una stagione complicata come quella di questo 2020. Lo ha spiegato direttamente il direttore sportivo di Maranello, Laurent Mekies, che ha parlato alla fine delle qualifiche: “È stata una sessione difficile: il nono posto di Charles e l’undicesimo di Sebastian hanno prodotto un risultato non dissimile da quello della settimana scorsa – ha commentato l’ex uomo FIA – non siamo riusciti ad ottimizzare la prestazione della vettura in funzione dell’evoluzione della pista e abbiamo pagato un prezzo alto per questo in termini di piazzamento sulla griglia. Se si pensa ai distacchi minimi accusati da Sebastian in Q2 rispetto al tempo necessario per passare il taglio e poi da Charles in Q3, si capisce che sarebbe bastato poco per avere un risultato migliore. Detto questo, dobbiamo capire perché oggi pomeriggio il bilanciamento della vettura non era certamente quello ideale”.

Leclerc: “L’anteriore non girava”

In gara l’obiettivo del Cavallino Rampante è inevitabilmente quello di migliorare, magari sfruttando il grande caldo ed il degrado delle gomme. Su questo punto a Silverstone Charles Leclerc aveva costruito la sua rimonta: “Domani ci aspetta una gara difficile, con le temperature elevate che metteranno a dura prova piloti, vetture e pneumatici. Proprio la gestione delle gomme sarà uno dei fattori determinanti, offrendo più opzioni dal punto di vista delle strategie: starà a noi cercare di sfruttarle nella maniera migliore. Nelle ultime due gare ci siamo riusciti e vogliamo fare altrettanto domani – ha puntualizzato Mekies, prima di fissare l’asticella degli obiettivi per la stagione della rossa – il nostro target è portare entrambi i piloti il più in alto possibile in zona punti e cercare di difendere quella terza posizione nel campionato Costruttori che rappresenta il traguardo minimo da centrare in questa stagione” ha concluso.



Go to Source

Commenti l'articolo