Mercedes-AMG, in fase di test una mostruosa Classe G

Formula 1 Sport

Una foto-spia ha pizzicato una Mercedes Classe G a dir poco mostruosa. Si tratta della pantagruelica versione 4×42 che i tecnici di AMG, la divisione racing della casa di Stoccarda, stanno mettendo a punto sulla falsariga di quanto fatto in passato per altre versioni estreme dell’iconica fuoristrada della stella a tre punte. Per ottenere ancora più motricità, gli ingegneri hanno alleggerito la catena cinematica con trazione integrale permanente della versione 6×6, togliendo un asse (i differenziali passano da 5 a 3) e abbinando il tutto a un nuovo assetto regolabile. La carrozzeria è quella della Classe G a cinque porte, anche se alla sulla 4×42 in versione AMG i designer hanno aggiunto una buona dose di muscoli.

Non sono pochi i veicoli stravaganti nati ad Affalterbach negli ultimi anni, un vezzo pensato per far felici ricchi petrolieri e star del cinema e che si scontra non poco con le linee guida per ridurre le emissioni inquinanti della gamma Mercedes dettate recentemente dai vertici dell’azienda. Ma tant’è. A giudicare dalle immagini pubblicate da Autocar, la Mercedes-AMG Classe G 4×42 appare in una fase di sviluppo avanzata e potrebbe perciò vedere molto presto le luci della catena di montaggio. La camuffatura è molto lieve e lascia scoperti molti particolari di carrozzeria. Come sui precedenti modelli estremi della celebre fuoristrada tedesca, i passaruota sono allargati e l’altezza da terra  molto più marcata rispetto alle versioni standard. Per non parlare delle ruote, gigantesche e rinforzate in vista di un uso estremo in fuoristrada. Sul tetto è stato montato uno speciale portapacchi, al quale si accede tramite una scaletta fissata al portellone accanto alla ruota di scorta.

Mercedes Classe S, spuntano nuove foto spia

Se dovesse trasformarsi in un modello di serie, la Classe G 4×42 verrebbe con ogni probabilità prodotta in pochissimi esemplari. Sotto il cofano potrebbe finire lo stesso 4 litri V8 sovralimentato della versione AMG G63. Resta da capire se anche la potenza sarà la stessa, 577 cavalli, oppure se non si andrà oltre i 416 cavalli di cui disponeva la “vecchia” 4×4², saggiamente depotenziata per via degli evidenti limiti prestazionali evidenziati dalle gomme e dal telaio rialzato. Quel che è certo, cavalli a parte, è che sarà un motore molto assetato, visto che il peso della 4×4² dovrebbe aggirarsi attorno alle tre tonnellate. Nessuna indiscrezione, per ora, sui prezzi, anche se ci sono ben pochi dubbi sul fatto che saranno a dir poco esagerati. Esattamente come l’auto.



Go to Source

Commenti l'articolo