Mercedes-Benz festeggia i trattori pesanti MB-trac

Formula 1 Sport

Il patrimonio storico dei grandi costruttori di automobili comprende capitoli sconosciuti al grande pubblico, ma non per questo meno importanti di altri. Se pensiamo a Mercedes, per esempio, scavando nel glorioso passato del marchio le prime immagini che affiorano sono senz’altro quelle relative alle frecce d’argento, le velocissime monoposto protagoniste della Formula 1 degli anni ’50, e poi quelle che raccontano delle infinite generazioni di automobili di lusso. Berline, coupé e cabriolet che, nella storia ultracentenaria della stella, hanno sempre rappresentato sinonimo di eleganza, raffinatezza e affidabilità nell’immaginario degli automobilisti di tutto il mondo.

Pochi sanno, forse, che la casa di Stoccarda ha svolto un ruolo decisivo anche nel settore delle macchine agricole. Un mondo, quello dei trattori Mercedes, che vale la pena di (ri)scoprire in questo 2020, in cui sotto il segno della stella a tre punte si festeggiano due importanti anniversari: i quarant’anni di MB-trac 1500 e i trenta del modello 1800 con intercooler. Entrambi i modelli fanno parte della famiglia di trattori pesanti nata con i modelli delle serie 442 e 443 introdotti alla metà degli anni ’70.

Erano (e restano) robusti e instancabili mezzi da lavoro nei campi, anche se oggi, specie nelle versioni più rare, sono a tutti gli effetti chicche da museo. Come l’esemplare di MB-trac 1800 intercooler “black Edition”, gelosamente conservato nelle sale dell’Unimog Museum, che a Gaggenau, in Germania, vanta un’importantissima collezione degli inossidabili autocarri fuoristrada prodotti a partire dal 1948 da Daimler-Benz. Mezzi originariamente concepiti come trattori per le coltivazioni di rape ma, in virtù di una versatilità fuori dal comune, impiegati nel corso dei decenni nei settori più disparati, dai vari ambiti dell’agricoltura ai cantieri stradali, dal lavoro nelle foreste all’edilizia urbana.



Go to Source

Commenti l'articolo