Mercedes Classe S, via agli ordini: i prezzi per l’Italia

Formula 1 Sport

Via agli ordini di nuova Mercedes Classe S. L’ammiraglia della Stella che di recente ha debuttato in una veste completamente rinnovata all’insegna della tecnologia e del lusso, è ora prenotabile in vista dell’arrivo su strada previsto in Europa per il mese di dicembre. Svelati anche i prezzi per l’Italia, con il listino che parte da 107.644 euro per la versione W223 e da 112.420 euro per la variante a passo lungo. Gli allestimenti previsti sono Business, Premium e Premium Plus a cui si aggiungono le versioni S500, S350d ed S400d.

Mercedes Classe S, lusso e tecnologia per la nuova generazione

Ancora più spaziosa e confortevole rispetto alla precedente, la nuova Mercedes Classe S sarà lunga 5,18 metri nella versione a passo corto da 3,11 metri, +7 cm rispetto al passato e 3,22 metri per la variante “long wheelbase”, con 5 cm in più rispetto alla generazione precedente. All’interno dell’abitacolo le sedute anteriori sono regolabili grazie all’azione di 19 motorini elettrici mentre per il divano posteriore sono disponibili 5 diverse configurazioni, con tanto di riscaldamento per il cuscino aggiuntivo del poggiatesta. La gamma dei propulsori includerà inizialmente solo l’unità da sei cilindri in linea: il 3.0 turbobenzina, disponibile per la S 450 4Matic e S 500 4Matic con potenza rispettivamente di 389 e 457 CV  e il 2.9 turbodiesel della S 350 d da 286 CV della S 400 d 4Matic da 330 CV. Tutte queste soluzioni saranno disponibili di serie con il cambio automatico nove marce 9G-Tronic. In un secondo momento arriverà il 4.0 V8 biturbo mild hybrid da 511 CV mentre nel 2021 ci sarà spazio anche per il plug-in hybrid con un’autonomia di circa 100 km. Novità di questa generazione di Mercedes Classe S è anche l’asse posteriore sterzante.
Dal punto di vista tecnologico, nuova Classe S si conferma un’ammiraglia totale: la berlina tedesca sarà equipaggiata con il sistemi di guida autonoma di Livello 3 che saranno utilizzabili dal 2021 su alcune autostrade della Germania. Il Drive Pilot consentirà dunque di procedere sul percorso mentre il guidatore è impegnato in altre attività. Le tecnologie di bordo poi sono state ulteriormente implementate per quanto riguarda la fase di parcheggio, con sistemi di livello 4: in questo caso la vettura può muoversi in modo autonomo da un posteggio, senza conducente a bordo, con la manovra che è controllabile tramite lo smartphone. Il nuovo Mbux poi sfrutta un software per i comandi vocali evoluto, con gli ordini e le richieste che ora possono essere impartite anche dai passeggeri dei sedili posteriori. Il dialogo risulta più fluido, con l’intelligenza artificiale in grado di comprendere meglio le richieste.



Go to Source

Commenti l'articolo