Mercedes-Ineos, la smentita di Wolff

Formula 1 Sport

La Mercedes resterà in Formula 1 per vincere ancora e sembra intenzionata a continuare a farlo con il proprio nome ancora in bella vista. Alla fine del Gran Premio della Toscana, divenuto teatro della doppietta numero 56 nella storia della scuderia di Brackley, il team principal delle frecce nere, Toto Wolff, ha smentito chiaramente la voce che si era diffusa in mattinata nel paddock di una possibile acquisizione della scuderia da parte del marchio Ineos.

Ineos punta al 70% di Mercedes

“Abbiamo diversi altri progetti con loro, aiutiamo Ineos con l’America’s Cup, li aiutiamo con la loro squadra di ciclismo e non solo, ma il nostro è e rimarrà il team Mercedes F1 – ha puntualizzato il manager austriaco parlando a Sky Germany – Ineos non ha interesse ad acquistare una maggioranza e non abbiamo intenzione di cambiare nulla. Eddie Jordan offre sempre buoni titoli – ha scherzato, facendo riferimento all’ex manager irlandese che aveva dato la notizia – a volte però quando tende l’arco per colpire il bersaglio lo manca e va a sinistra“.

Ineos, i motivi dell’investimento in F1

Il discorso sul futuro della Mercedes nel Circus, inevitabilmente, ha portato Wolff ha parlare anche del proprio futuro. Il boss di Brackley sembra intenzionato a continuare il suo legame con la casa della Stella, rinnovando il contratto in scadenza. Il ruolo però potrebbe anche cambiare: “Sembra che resterò, sì. Ruolo? Non lo so ancora – ha commentato il dirigente ex Williams – mi sento molto vicino a questa squadra e devo solo pensare a come andranno i prossimi anni. Non è una decisione a breve termine. Ma dopo 7-8 anni bisogna anche considerare quale sia la decisione migliore per la famiglia e per tutti i dipendenti” ha concluso.



Go to Source

Commenti l'articolo