Mercedes, Wolff: “Soddisfatti per la stagione, ora chiudere il gap”

Formula 1 Sport

Due podi per iniziare la stagione, una vittoria per concluderla. Mercedes saluta con una doppietta il suo anno d’esordio ufficiale in Formula E, con Stoffel Vandoorne al primo successo in carriera e Nyck de Vries al primo podio.

Nel sesto ePrix di Berlino, Mercedes è sempre stata in controllo della situazione, cedendo il comando della gara solo al 15° giro, quando Vandoorne è transitato per l’attack zone e aperto la porta a Sebastien Buemi.
Una gara “quasi perfetta” per il belga, autore anche della pole position: “Sono arrivato a Berlino e ho faticato a mettere insieme una buona qualifica, il che è stato un po’ frustrante dal momento che avevo sempre fatto abbastanza bene sul giro secco. Dopo le ultime prove ero abbastanza fiducioso per la gara, e oggi abbiamo mostrato di poter raggiungere un gran risultato. Da fuori sarà sembrato facile, ma abbiamo fatto un gran lavoro in pista”.
[embedded content]
Due volte terzo a Diriyah, Vandoorne aveva ottenuto come miglior risultato un quinto posto in Gara-2 a Berlino, presentandosi all’ultimo ePrix da nono della classifica Piloti. La pole e la vittoria gli hanno permesso di scalare le gerarchie e chiudere il campionato da primo degli inseguitori di Antonio Felix da Costa, sebbene staccato di 71 punti.
“Avevamo iniziato la stagione con due podi inattesi, poi ci sono stati alti e bassi“, ha concluso il belga. “Non sempre siamo riusciti a sfruttare il potenziale e qualche volta siamo stati sfortunati. Oggi siamo stati ripagati per il duro lavoro, ma adesso abbiamo ancora tanto da fare per migliorare il prossimo anno”.
Pensa già a come raggiungere DS Techeetah anche Toto Wolff, consapevole che la Stella non potrà pensare di instaurare in Formula E quel ciclo vincente che da anni impone al circus della Formula 1: “La Formula E è un campionato duro e molto competitivo. Con questo format, per qualsiasi squadra è difficile essere costante di weekend in weekend, e per un team all’esordio è una sfida ancora più grande“.

“Siamo arrivati con i piedi ben piantati a terra e l’obiettivo era di migliorare di gara in gara. Abbiamo dovuto fare i conti con la realtà in diverse occasioni e abbiamo imparato qualche dolorosa lezione, ma penso che abbiamo raggiunto quello che ci prefiggevamo: abbiamo fatto costantemente dei passi avanti e la doppietta di oggi lo conferma”.
Artigliati proprio all’ultimo ePrix, il secondo posto nella classifica Piloti e il terzo tra i Costruttori – a 20 lunghezze da Nissan e 97 da DS – consentono a Wolff di tracciare un bilancio positivo dell’esordio ufficiale Mercedes in Formula E: “Nel complesso possiamo dirci soddisfatti per come abbiamo concluso la stagione e per la nostra posizione in campionato. Ma chiaramente il nostro target sarà fare un passo avanti nella settima stagione per chiudere il gap da chi ci precede”. Infine i complimenti a DS Techeetah, ribaditi anche in un siparietto su Twitter: “Sono il punto di riferimento per tutti”.

A completare la festa Mercedes ci ha pensato Nyck de Vries, finalmente in grado di portare a casa un trofeo dopo la settima apparizione nella Super Pole: “Per me è davvero un sollievo, è come se mi fossi tolto un gran peso dalle spalle”, le parole del campione in carica della F2. “C’ero andato vicino in diverse occasioni ma non ero mai riuscito salire sul podio. Correre come ho fatto oggi ti dà soddisfazioni. La strategia ha funzionato, abbiamo gestito bene l’energia e nel finale sono riuscito ad avvicinarmi a Stoffel“.
Con 60 punti all’attivo, e soli cinque arrivi nella top-10, l’olandese è undicesimo nella classifica Piloti. “Per me è stata una stagione un po’ sulle montagne russe, quindi è bello finire con il mio primo podio, la prima doppietta e il terzo posto del team in campionato. Non penso potessimo sperare in uno scenario migliore per concludere l’anno. Credo che ce lo siamo davvero meritati”.



Go to Source

Commenti l'articolo