Mihajlovic cita Mandela, momento di responsabilità

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – BOLOGNA, 12 MAR – “Come diceva Nelson Mandela noi siamo i padroni del nostro destino e i capitani della nostra anima. Dobbiamo essere consapevoli che quello che succede nel calcio e nella vita dipende dal nostro comportamento”. Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, presenta così, durante la conferenza stampa, il derby di domani alle 12.30 contro la Fiorentina, a Firenze. All’andata, al Dall’Ara, finì 3 a 2 per i viola, ma in questo caso il Bologna arriva da tre risultati utili consecutivi e per Sinisa “è una partita aperta”.    Il mister dei rossoblù, inoltre, sottolinea la necessità per i suoi giocatori di fare un salto di qualità e crescere in maturità e consapevolezza, come se si trattasse di un passaggio all’età adulta della responsabilità. “Quando stai scalando una montagna, oltre a rinunciare e a cercare scuse, hai la possibilità di modificare te stesso per affrontare in modo diverso le difficoltà che trovi nel percorso – dice Mihajlovic – solo così possiamo avere qualche speranza in più”.    Come ricordato all’inizio della conferenza stampa dall’allenatore, l’obiettivo del Bologna resta la parte sinistra della classifica. Domani, in attacco, prevista la presenza di Marko Arnautovic, ma non è ancora certa quella di Musa Barrow, che come chiarito da Sinisa, in questo momento “non riesce a dare il massimo delle sue potenzialità, anche se ad allenamento fa bene, si impegna e sa che ci aspettiamo molto da lui”.    Almeno per ora nessuna modifica del modulo ma, spiega Mihajlovic, la Fiorentina attaccherà “perché è una squadra che rischia, ma che concede e quindi dovremo essere bravi a sfruttare i momenti in cui avremo la palla”.    Infine, sul rapporto con Firenze – l’allenatore serbo ha allenato la Fiorentina dal 2010 al 2011 – Sinisa scherza. “È un periodo lontano, avevo addirittura i capelli. L’ambiente è caldo e ostile, mi insultano e questo mi piace perché mi motivano e lasciano perdere i giocatori”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source