Milano Monza Open-Air Motor Show, salone a cielo aperto

Formula 1 Sport

Piazza Duomo e le principali vie del capoluogo lombardo accoglieranno dal 29 ottobre all’1 novembre 2020 il Milano Monza Open-Air Motor Show, il nuovo format di salone diffuso che raccoglie l’eredità di Parco Valentino. Il MiMo avrebbe dovuto svolgersi a giugno ma il Coronavirus ha cambiato i piani e così la prima edizione è stata posticipata in autunno, con Milano pronta a diventare vetrina internazionale delle principali novità del mondo auto. Attorno al  Duomo saranno esposte le anteprime nazionali e le auto rappresentative delle case automobilistiche, una per brand mentre nei luoghi più rappresentativi del capoluogo lombardo, tra cui via Montenapoleone, troveranno spazio gli stand delle case auto, tutti uguali, scoperti e illuminati, dove verranno esposte i principali modelli e novità di ogni brand.

Il Milano Monza Open-Air Motor Show è stato rinviato

Il Castello Sforzesco sarà invece teatro dei test drive delle auto elettrificate, in particolare i modelli elettrici e plug-in hybrid. Quelli delle vetture full  hybrid, mild hybrid e delle altre motorizzazioni invece si troveranno in piazza Sempione. Nel Cortile del Castello Sforzesco poi i visitatori potranno ammirare prototipi e one-off dei più grandi  carrozzieri che hanno disegnato la storia dell’automobilismo mondiale. Non mancherà  la piazza dedicata al classico e al motorsport, con collezionisti e club che esporranno le  auto più significative dell’automotive.
Il format è stato rimodellato e ripensato per seguire le attuali esigenze sanitarie: per evitare code e assembramenti attorno agli stand, tutte le aree espositivi saranno dotate di QR Code, con il pubblico che potrà consultare in autonomia tutte le informazioni riguardanti marchi e modelli. Sul sito www.milanomonza.com sarà caricata una mappa della manifestazione, così che  il pubblico possa orientarsi e stabilire i suoi percorsi preferiti di visita. Inoltre sul sito si  troveranno anche le indicazioni per prenotare le prove di test drive in città di tutte le  motorizzazioni, con particolare attenzione ai modelli elettrici, ibridi plug-in e ibridi.
Confermata poi la Journalist Parade, la parata delle più autorevoli firme del giornalismo automotive che sfileranno a bordo delle ultime novità delle case automobilistiche, dal centro di Milano all’Autodromo di Monza, per poi entrare sul circuito che solitamente accoglie le monoposto di Formula 1. Qui si svolgeranno anche le attività di track-day dei marchi, dei club, oltre alle parate degli appassionati.
“La situazione attuale ci ha condotti a un’evoluzione del format della nostra manifestazione che, diventando diffusa su un territorio ampio come quello di Milano, scongiura i rischi di  assembramento e regala alla città e a tutto il sistema automotive la possibilità di ripartire,  con tutte le accortezze del caso – ha affermato Andrea Levy, presidente Milano Monza Open-Air Motor Show. Le case automobilistiche, e anche quelle motociclistiche, avranno così la possibilità di mostrare al pubblico delle vere e proprie anteprime assolute  e questo sarà possibile grazie al supporto del Comune di Milano, che ha sposato il progetto.  L’Autodromo di Monza sarà il tempio della passione, dove si daranno appuntamento i  brand con l’anima racing, i collezionisti e i club, i quali si divertiranno girando sul circuito  di Formula 1 e l’Anello Alta Velocità”.



Go to Source

Commenti l'articolo