Mitsubishi, addio al Pajero per superare la crisi

Formula 1 Sport

Mitsubishi potrebbe decidere di interrompere la produzione del Pajero, il celebre fuoristrada nato nel 1982 e, da allora, best-seller per la casa automobilistica giapponese sul mercato interno. Quello che si potrebbe delineare nei prossimi mesi è uno scenario senza precedenti, ma che dà la misura esatta della portata della crisi in cui è piombata Mitsubishi, i cui conti scricchiolavano e non poco già prima della pandemia di Coronavirus. Il 2020 è il secondo anno in perdita per il costruttore nipponico, che in questi mesi ha assistito impotente a una flessione delle vendite a dir poco preoccupante.

Mitsubishi, passo indietro in Europa e USA

Da qui alla fine del prossimo marzo Mitsubishi prevede una perdita operativa di 1,33 miliardi di dollari, motivo per il quale il management ha deciso di varare un piano di riduzione dei costi che prevede una diminuzione della forza lavoro e della produzione, oltre alla chiusura delle concessionarie meno redditizie. Misure che, tutte insieme, dovrebbero consentire alla casa automobilistica di Tokyo, che si trova ad affrontare la crisi peggiore degli ultimi 18 anni, di tagliare il 20% dei costi fissi per i prossimi due anni. L’amministratore delegato di Mitsubishi Motors, Takeo Kato, ha dichiarato ai principali media giapponesi che “per consentire una ripresa dell’azienda la massima priorità dei dirigenti è condividere l’urgenza e la gravità della crisi con i dipendenti, al fine di poter mettere in atto un piano di riduzione dei costi”.
A oggi Mitsubishi ha visto le proprie vendite dimezzate rispetto allo scorso anno. Dall’inizio del 2020 la casa giapponese ha venduto soltanto 127.000 veicoli, registrando perdite operative tali da suggerire l’interruzione della distribuzione di dividendi provvisori. La crisi scatenata dalla pandemia di Coronavirus ha peggiorato una situazione che era già grave, allargando il buco di bilancio causato dal calo delle vendite in Cina e nel Sud-est asiatico, che insieme rappresentano il primo mercato per Mitsubishi. Ecco che allora nel piano di riduzione dei costi di Mitsubishi potrebbe rientrare la chiusura della fabbrica di Sakahogi, in Giappone, dove oltre al Pajero la casa giapponese produce la Delica e la Outlander.
Foto: Europe Autonews



Go to Source

Commenti l'articolo