Mondiale per club: Jorginho, non sottovalutiamo Palmeiras

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 11 FEB – Il Chelsea farebbe un “grandissimo errore” a sottovalutare il Palmeiras nella finale del Mondiale per club mentre, in programma domani ad Abu Dhabi. Parola dell’azzurro Jorginho, che dopo la vittoria in Champions League e agli Europei con l’Italia sogna di alzare anche l’ex Coppa Intercontinentale. Daremo tutto per cercare di portare a casa questo trofeo – ha detto Jorginho in una conferenza stampa -. Abbiamo molto rispetto per il Palmeiras, non è un caso che sia qui. Tutto può succedere. L’errore più grande sarebbe pensare di essere i favoriti”.    I Blues, che saranno guidati in panchina da Tuchel guarito dal Covid, sperano di rifarsi dalla sconfitta contro il Corinthians di dieci anni fa ma da allora il trofeo è sempre andato ad una squadra europea. “Questa è una grande occasione per noi. Solo due club inglesi hanno vinto il Mondiale per club – ha detto il vice di Tuchel, Low -. Se vinciamo il titolo, la bacheca del Chelsea sarà del tutto completa. Quanto a Jorginho, ha un ulteriore incentivo per battere il Palmeiras il club che lo aveva rifiutato in gioventù prima del suo trasferimento in Italia. “Ho fatto una provino quando avevo circa 12 anni e non ce l’ho fatta – ha spiegato l’azzurro -. E’ pazzesco pensare che siamo qui 18 anni dopo al Mondiale per club, ma è anche il motivo per cui il calcio è così bello”.    Anche il Palmeiras è a caccia di gloria. Il tecnico, Abel Ferreira, ha fiducia che la sua squadra possa mettersi in pari con Corinthians, San Paolo e Santos, che hanno già vinto la Coppa Intercontinentale o il Mondiale per club. “È passato molto tempo da quando un club sudamericano ha vinto questo trofeo – ha detto – e questo dimostra anche quanto sia grande la montagna che dobbiamo scalare. Ma allo stesso tempo, crediamo sia possibile”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source