Mondiali: L.Enrique “elogi indeboliscono, ma Spagna da applausi”

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – DOHA, 23 NOV – “Storicamente, la Spagna non è una squadra che inizia le grandi competizioni con una vittoria, stavolta siamo riusciti a rompere questo tabù. Gli elogi ti rendono più deboli, ma è vero che è decisamente bello preparare la prossima sfida in queste condizioni”. Luis Enrique tiene i piedi per terra ma non nasconde la soddisfazioni per l’esordio-show della sua Spagna al Mondiale in Qatar: prima gara e goleada contro il Costarica, ora il prossimo avversario è la Germania battuta a sorpresa dal Giappone.    “Abbiamo cominciato bene – ha detto il ct delle Furie Rosse – abbiamo dominato in tutti gli aspetti del gioco. Ho sempre letto che ci mancavano i gol, ma siamo tra le squadre che segna di più e questi sono i fatti. Abbiamo molti giocatori che possono segnare, raggiungiamo l’obiettivo con il gruppo. La prossima partita sarà contro la Germania. E la Germania deve vincere. E così noi. Vogliamo vincere. Adesso festeggiamo la vittoria ma da domani testa alla sfida con i tedeschi. Conosco i miei giocatori, giocheranno come hanno fatto oggi, con lo stesso spirito vincente se non di più”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source