Mondiali: Luis Enrique, sono il miglior allenatore sulla terra

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 11 NOV – “Quale sarà l’obiettivo della Roja in Qatar? L’infinito. Giocarci ogni partita che disputeremo, lo stesso che abbiamo avuto quando siamo arrivati qui tre anni fa.    E non credo che, fuori dalla Spagna, nessuno ci toglierebbe dai favoriti dal gruppo dei favoriti: il nostro obiettivo è giocare sette partite”.    Luis Enrique, ct della Spagna, ha le idee chiare e non fa professione di modestia parlando a margine delle convocazioni per i Mondiali che ha reso note oggi.    “Non ho dubbi – dice -, lotteremo come all’Europeo (Spagna eliminata in semifinale dall’Italia ndr). Qual è la differenza? Che abbiamo ribaltato una situazione sfavorevole. I tifosi sono devoti alla Nazionale e alla squadra, quindi cercheremo di restituire tutto a loro. Proviamo tutti a fare festa alla fine”.    Ma almeno di se stesso Luis Enrique dubita? “Come posso dubitare? Sono il miglior allenatore sulla faccia della terra.    Come faccio a convincere i miei giocatori se mi vedono dubitare? Non c’è allenatore migliore di me nella storia del calcio mondiale. Non è vero, ma io ci credo. Dubbi, nessuno”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source