Mondiali: Tite,Brasile gioca per un Paese innamorato del calcio

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 23 NOV – “Il Brasile ha una grande tradizione e la gente ha una vera e propria passione per il calcio. Io me ne rendo conto per primo ed è bello fare un lavoro dall’inizio alla fine e avere buone chance di successo. E io sono un privilegiato, perché altri avrebbero potuto stare qui al posto mio. Se sono più o meno nervoso rispetto al 2018? Direi di meno”.    Così il ct della Seleçao, Tite, alla vigilia dell’esordio dei suoi, contro la Serbia, che viene ritenuta una delle possibili sorprese di Qatar 2022. “Se metterò Vinicius in campo dall’inizio? Non fornisco indicazioni sulla formazione – dice ancora Tite -, per non dare vantaggi agli avversari”.    Ma Tite sente la pressione delle aspettative di duecento milioni di suoi connazionali che sognano ‘l’hexa’? “La storia è bella e mette pressione – risponde -. ma è la pressione che vive un intero paese innamorato, è nelle strade. Principalmente quella dei bambini, e serve anche come processo educativo. C’è pressione, ma anche la tranquillità di conoscere le opportunità che si presentano nella vita, fra le quali c’è quella di sognare. Tostão dice che è bello sognare, quindi sogniamo di fare una grande Coppa ed essere campioni. E se non ci riusciremo, almeno di viverlo al meglio. Comunque una sola nazionale sarà campione, e la pressione è inevitabile”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source