Monopattino contro ambulanza, il conducente aveva bevuto

Formula 1 Sport

Continuano gli incidenti con protagonisti monopattini elettrici. La nuova mobilità ha sicuramente portato diversi benefici, decongestionando alcune aree ma ha incrementato anche il numero dei sinistri, con gli utenti della strada che devono misurarsi con conducenti spesso disattenti e rei di comportamenti non conformi al codice della strada. L’ultimo episodio si è verificato a Rimini, nella notte tra sabato e domenica scorsi dove il conducente di monopattino elettrico, ubriaco, si è scontrato contro un’ambulanza ferma per un’operazione di soccorso di un ragazzo caduto sull’asfalto proprio mentre si trovava alla guida del suo e-scooter.

Bonus mobilità, si entra nella settimana decisiva

Gli operatori erano impegnati a medicare il giovane all’interno del mezzo quando si è sentito un rumore: si trattava un uomo che aveva sbattuto il gomito contro lo specchietto dell’ambulanza parcheggiata mentre guidava il suo monopattino. I controlli di polizia effettuati hanno rilevato un tasso alcolemico dell’1.86, ben al di sopra del limite consentito dalla legge. Per l’uomo, un medico in vacanza, è scattata una denuncia per guida in stato d’ebbrezza, con conseguente segnalazione in prefettura. Si tratta soltanto dell’ultimo caso nel giro di poche settimane in cui sono state rilevate infrazioni simili per persone alla guida di monopattini elettrici. Un mezzo sicuramente versatile e comodo per gli spostamenti in città ma che non esula dal rispetto del Codice della Strada e della legge vigente. Particolare  questo, che forse non è ben chiaro a tutti.



Go to Source

Commenti l'articolo